F1 | Pagelle GP Imola – Red Bull stratosferica, disastro Ferrari.

In uno scenario incerto dal punto di vista meteorologico, Imola si rende teatro della stratosferica doppietta Red Bull. D’altro canto, invece, il Santerno regala una giornata da dimenticare per la Ferrari: ritiro per Sainz, Leclerc sesto al traguardo dopo un contatto con le barriere. Ecco a voi le pagelle del GP di Imola.

Pagelle GP Imola
Credit: Red Bull Racing, Twitter

Non è certo una giornata da ricordare per le Rosse in quel di Imola. Sulla pista di casa, dinanzi al loro pubblico, le Ferrari porteranno a Maranello solo 8 punti iridati. Ritirato Sainz dopo solo due curve, sesto Leclerc dopo il contatto con le barriere. Le Red Bull, invece, escono dal tracciato imolese con quasi il massimo dei punti disponibili, siglando una doppietta che li rimette immediatamente in corsa per il mondiale. Ecco a voi le pagelle del GP di Imola. 

TOP 3

MAX VERSTAPPEN: voto 10. Poco da dire sulla prestazione dell’attuale campione del Mondo. Già vincitore sulla pista del Santerno lo scorso anno, quest’anno ha riconfermato la sua supremazia con una prestazione perfetta. Pole position, primo nella Sprint, primo al termine del GP, giro veloce. Più di un Grand Chelem per il pilota olandese che, di cattiveria, si rimette in corsa in campionato.

SERGIO PEREZ: voto 9. Gran prestazione anche del pilota messicano. In partenza brucia Leclerc e si mette alle spalle del suo compagno. Certo, il passo di Verstappen era per lui inarrivabile però, nonostante qualche sbavatura, è riuscito a tenersi dietro il monegasco per tanti giri. L’errore di Leclerc lo fa respirare e con scioltezza va a concludere l’1-2 Red Bull.

LANDO NORRIS: voto 8. Ottimo weekend del ragazzino di Bristol, che torna ad assaporare l’emozione del podio come già fatto lo scorso anno sul circuito imolese. Terzo in qualifica, quarto al termine della Spint. In gara è solido, regge la sua posizione senza problemi e approfitta dell’errore di Leclerc per riportare la McLaren sul podio, cosa che fino a due settimane fa era impensabile.

PILOTI A PUNTI

GEORGE RUSSELL: voto 8.5. Alla vigilia del GP mai avremmo pensato di vedere una Mercedes concludere in quarta posizione. La sensazionale partenza dell’inglese, però, facilita la sua rimonta: pulito con i sorpassi, si prende i rischi giusti. Mentre il compagno, e connazionale (nonché 7 volte campione del Mondo), arranca, lui mette a segno, oserei dire, la gara perfetta.

VALTTERI BOTTAS: voto 7.5. Sembra essere finalmente rinato il finlandese. Cattivo nei sorpassi, azzarda quando può, insomma, un Bottas così in Mercedes non si era mai visto. E ora, a bordo di questa sorprendente Alfa Romeo, può tornare certamente a dire la sua.

CHARLES LECLERC: voto 5. Primo errore in questo campionato per il monegasco, che fino a poche ore fa ci aveva deliziato con le sue magnifiche prestazioni. E’ un brutto scivolone in chiave campionato, soprattutto guardando cosa oggi ha fatto la Red Bull. Si lascia ingolosire dalla possibilità di superare Perez e finisce per buttare la terza posizione. Limita i danni concludendo in sesta posizione, fortunato nel non dover scendere dalla macchina dopo quella botta.

YUKI TSUNODA: voto 7.5. Il piccolo giapponese oggi era davvero in palla, concludendo il suo miglior weekend in carriera dopo Abu Dhabi. Mentre il compagno Gasly è parso oggi più in difficoltà, lui riesce a portare l’Alpha Tauri in settima posizione.

SEBASTIAN VETTEL: voto 8. Con tutto quello che è successo oggi al Santerno, la sua prestazione è passata un po’ in sordina. E’ giunto alla bandiera a scacchi in ottava posizione che, con quell’Aston Martin, è un vero e proprio miracolo.

KEVIN MAGNUSSEN: voto 7. Tornato in zona punti dopo il difficoltoso weekend australiano. Sta rispondendo a chi, negli anni precedenti, lo aveva aspramente criticato.

LANCE STROLL: voto 7. Alterna prestazioni disastrose a guizzi davvero interessanti, come nel caso di oggi. Stesso discorso di Vettel, portare quell’Aston Martin a punti è un’ardua impresa, impresa che oggi hanno compiuto entrambi i piloti. Bravo anche il canadese.


Leggi anche: F1 | Il commento di Leclerc dopo il GP di Imola: “Responsabilità mia, non ci sono scuse; tornerò più forte.”


DELUSIONI DI GIORNATA

LEWIS HAMILTON: voto 4. Dopo la gara di oggi, il buon Lewis potrà disegnare anche ad occhi chiusi il posteriore della Alpha Tauri di Gasly. Non ha mai avuto il giusto ritmo sul tracciato imolese, partendo da una quasi esclusione dal Q2 il venerdì, segnando un weekend partito male e finito peggio. Occhio che Russell lì davanti sembra si stia iniziando a divertire.

MICK SCHUMACHER: voto 4.5. No, non ci siamo. L’anno scorso eravamo abituati ad una Haas che andava come un triciclo e ad un Mazepin che si prendeva la scena grazie alle “magie”. Ma ora la situazione è ben diversa, con la scuderia americana che ha sfornato una macchina sorprendentemente veloce e con un Magnussen che lo sta letteralmente strapazzando. Altro errore oggi, rischiando quasi di centrare la Williams. Deve darsi una svegliata.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003, studente ed appassionato di F1 sin dall'infanzia.