F1 | Pagelle GP Italia – Grazie Monza, grazie halo: Max e Lewis rubano la scena alla “Ricciardo Shoey”

Monza non tradisce; dalle tensioni tra Max e Lewis, fino all’incredibile doppietta McLaren e le prestazioni di Bottas e Leclerc: le pagelle del GP d’Italia.

pagelle gp italia
Fonte: @unknown

Il Circus torna in Italia dopo l’appuntamento imolese d’aprile e non delude. In Brianza tornano i tifosi, seppur in maniera piuttosto limitata, e torna – dopo una sola settimana – la bagarre iridata. Il duello tra Max e Lewis si conferma uno dei più accattivanti e vigorosi degli ultimi tempi, e promette di accendersi ancor più nelle prossime tappe iridate. Il “Tempio della Velocità” è, questo weekend, il teatro del grande e prorompente ritorno della McLaren. Il team britannico ritrova una vittoria che non arrivava dal GP del Brasile del 2012, vinto da Button, ed una doppietta che invece mancava dalla notte dei tempi. L’ultima? In Canada, nel 2010. Vinse Hamilton su Button. pagelle gp italia

Il podio

Daniel Ricciardo, voto 10. Non ce n’è per nessuno. L’australiano si prende una vittoria senza lasciare possibilità di replica agli avversari. Torna sul gradino più alto del podio dopo Monaco 2018, e lo fa dopo un weekend magistrale. Parte sul lato sporco e gira in testa in curva 1; il resto della corsa non è mai in discussione. Il prepotente propulsore Mercedes lo aiuta a tenere a distanza di sicurezza Verstappen. La Ricciardo Shoey è tornata. pagelle gp italia

Lando Norris, voto 8.5. Non è il giovane talento inglese a riportare la McLaren alla vittoria, ma Lando conduce una corsa di altissimo livello. Sorpassa Leclerc toccando l’erba in Curva Grande, ma rischia anche di perdere la posizione su Hamilton. Ci pensa un pit leggermente lungo del #44 a riportare la McLaren numero #4 davanti. pagelle gp italia

Valtteri Bottas, voto 7.5. Arrivato l’annuncio in Alfa Romeo, il finlandese cambia volto e prova a mostrare i denti. Conquista la pole position sia venerdì che sabato, poi è costretto a scattare dal fondo per colpe non sue. Dall’ultima fila completa una sontuosa rimonta, accontentandosi all’ultimo di seguire un Perez penalizzato.


Leggi anche: F1 | GP Italia – “Santo” Halo salva la vita a Hamilton a Monza [FOTO]


Nei punti

Charles Leclerc, voto 7.5. I cavalli del motore Ferrari rampano meno di altri, ma il monegasco prova a metterci una pezza, tentando di invitarsi anche alla bagarre tra Norris e Hamilton. Ottiene il massimo dalla sua SF21. Il compagno, Carlos Sainz, voto 6+. Lo spagnolo, alla prima Monza in rosso, porta a casa un’importante sesta piazza. L’ex McLaren nasconde le mancate FP2 con un weekend solido. Completa un GP di casa tutto sommato buono per Ferrari, considerando le aspettative della vigilia ed i risultati dell’anno passato.

Sergio Perez, voto 5. Il messicano non brilla e mette in mostra una forma piuttosto opaca sin dal venerdì. Prova a risalire dall’ottava piazzola, ma supera Leclerc tagliando la variante della Roggia. Non restituisce la posizione: penalità inevitabile, chiude quinto. In assenza delle punte, le seconde guide erano chiamate a portare in cascina più punti possibile: Bottas l’ha fatto, lui no. pagelle gp italia

Antonio Giovinazzi, voto 8/voto5. È un Antonio double face a Monza: porta in alto la sua (ex?) scuderia in entrambi i formati di qualifica. Alla partenza riesce a scattare bene, prova l’attacco alle vetture di Maranello, ma sbaglia alla Roggia. Qui rientra in modo ingenuo e chiude la porta a Sainz: a rimetterci è soltanto lui, alettone distrutto e 5 secondi di penalità. Meriterebbe comunque ampiamente la conferma.

Max-Lewis

Forse un voto agli ennesimi screzi iridati di Monza non si può dare. Il duello tra Max e Lewis è in tensione crescente ed a Monza ha raggiunto di nuovo il culmine con un doppio ritiro. Verstappen è astuto e ricambia con un simile moneta quanto accaduto in quel di Silverstone: “O passo io, o andiamo fuori entrambi.” pagelle gp italia

Nonostante le tre posizioni di penalità in griglia per l’olandese, la colpa non sembra tutta del #33. Verstappen si infila, Hamilton chiude: il risultato è una colpa condivisa ed un DNF condiviso che – guardando l’inerzia della corsa e le caratteristiche del tracciato – sorride probabilmente a Max.

Voto 10 all’halo. Il sistema di sicurezza in vigore in Formula 1 dal 2018 salva la vita a Lewis. Poco altro da aggiungere: se possiamo ancora raccontare una stupenda lotta mondiale e discutere su varie responsabilità e solo grazie a lui. Sarebbe potuta essere una bruttissima domenica.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.