F1 | Pagelle GP Russia 2021 – Arriva la pioggia: Lewis fa 100, ma Max rimonta. Regia internazionale non pervenuta

A Sochi Lando perde in zona Cesarini, Lewis si prende la leadership iridata, ma Max non lo molla negli ultimi pazzi giri: le pagelle del GP di Russia 2021.

pagelle gp russia
Fonte: @MercedesAMGF1 Twitter

A Sochi la Formula 1 non mette in scena il più grande spettacolo del 2021, almeno fino al giro numero 47. La corsa russa dimostra come nulla sia mai deciso fino alla bandiera a scacchi: la pioggia sorprende i protagonisti ad una manciata di tornate dal termine e ribalta i risultati del gran premio. pagelle gp russia 2021

Una menzione di (dis)onore la merita la regia internazionale. La corsa appare più noiosa anche per merito suo, pochi i sorpassi in presa diretta. La preferenza è spesso andata a gustosissimi replay e, forse, anche a qualche bicchiere di vodka.

Il podio

Lewis Hamilton, voto 9. Sir Lewis diventa Zar a Sochi e riconquista la testa del mondiale in questa infinita gara di ping-pong con il rivale Max. Il britannico non è protagonista di una prima parte di gara eccelsa, perdendo alcune posizioni in partenza. Se però ha vinto sette iridi un motivo c’è: il #44 è un osso durissimo e quando meno te l’aspetti risale. Sfrutta la tracotanza di Norris per portare a casa il trionfo numero 100.

Max Verstappen, voto 9. Non vince e perde la vetta mondiale, ma la sua gara non vale meno di quella della controparte Mercedes. Scatta dalle retrovie causa penalità-motore e scala la classifica fermando la rimonta in P2. Astuto nello sfruttare ogni occasione, guadagna negli ultimi pazzi giri. Lewis prova ad allungare, Max limita i danni in modo encomiabile.

Carlos Sainz, voto 8. La seconda piazzola sul lato sporco del lungo rettilineo faceva presagire a grande sofferenza allo start. Lo spagnolo non molla nulla quando si trova alle spalle di Norris in partenza e lo sopravanza con grinta in curva 1. Prova a tenere la vetta, ma la McLaren (ed il suo motore) è davvero troppo esuberante per la SF21 e Norris svernicia l’ex compagno. Le gomme mollano presto il #55, che rientra per un lento pit-stop. Riacciuffa un ormai insperato podio nelle ultime tornate. Smooth Operator.

Grandi rammarichi

Lando Norris, voto 7.5. Il numero rappresenta una media tra il 10 dei primi 47 giri ed il 5 degli ultimi cinque. Lando sfrutta una McLaren in formissima e – dopo il sorpasso su Sainz – crea il vuoto alle proprie spalle. Sembra avere la vittoria in tasca per buona parte di corsa, reggendo anche al ritorno di Hamilton. Commette un solo atto di “hybris” che gli distrugge la gara, rifiutando di montare subito le intermedie. Si sbaglia e paga caro l’errore, perdendo la prima vittoria in carriera, ma concludendo comunque in P7. pagelle gp russia 2021

Charles Leclerc, voto 6. La cifra accanto al nome del monegasco avrebbe potuto decisamente essere più alta. Charles scatta mostrando i muscoli e sopravanzando metà griglia in poche curve. Nella seconda parte di gran premio arpiona Verstappen e resta con lui fino alla fatidica scelta (assai confusa) di non rientrare subito in chiusura di corsa. Poteva essere Top 5, chiude ai margini della Top 15.

La classe non è acqua

Fernando Alonso e Kimi Raikkonen, voto 7.5. Quaranta primavere per l’asturiano, quarantuno per il finlandese, ma la stoffa del campione è sempre quella. Nando chiude quinto, conquistando una posizione sul piazzamento delle qualifiche, Kimi sfrutta gli ultimi giri e conclude in P7 dopo la doppia assenza causa-Covid. Fuoriclasse.

Il flop

Valtteri Bottas, voto 3. Al traguardo il finnico è quinto, ma il giudizio non può che essere severo. Valtteri parte dal fondo e compie una buona risalita in termine di punti, ma si dimostra estremamente innocuo. Non tiene dietro Verstappen in apertura di gara e non si accende neanche allo sprone di Toto in radio.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.