F1 | Pagelle GP Spagna: Vettel salva la Ferrari

La F1 fa tappa al GP di Spagna, consegnandoci un Hamilton imprendibile e un Vettel molto consistente. Andiamo a scoprire le pagelle di questo week-end.

F1 GP Spagna Vettel
Credits: autosprint

Il Gp di Spagna di F1 ci regala un Vettel molto consistente, che salva l’onore del Cavallino. Andiamo a scoprire le pagelle per questo week-end.

Mercedes: 10

Il team campione del mondo aveva un solo possibile problema: la gestione gomme. Sono risusciti a non farsi trovare impreparati nemmeno sotto questo aspetto, davvero grandi.

Hamilton: 10

La macchina migliore per il pilota migliore: una combinazione simile toglie ogni speranza agli avversari. Week-end impeccabile.

Bottas: 7.5

Con la macchina che si ritrova il minimo sarebbe il secondo posto. Si fa beffare da Max e Stroll alla partenza e poi è costretto alla rimonta: può fare di più. Mezzo voto in più per il giro veloce.

Ferrari: 3

Il team è caduto in una profonda crisi e ciò si vede anche nella gestione gara. Non avvisano Seb di gestire la gomma e allora lui spinge forte, consumandola troppo. Le prestazioni sono scandalose per un (ex) top team e anche l’affidabilità manca.

Vettel: 8.5

Nonostante il rapporto con la macchina e la scuderia, Vettel si rivela fortissimo in questo GP di Spagna di F1. La gestione della gomma è paragonabile a un’opera d’arte, grandissimo!

Leclerc: 7

Charles stava dando il massimo, cercando pertugi per passare i piloti che aveva davanti. Davvero peccato per il problema che l’ha fermato, altrimenti poteva giocarsi la top five.

Red Bull: 7.5

Si aspettavano di lottare per la vittoria ma le prestazioni non lo permettono. Si ritrovano a combattere contro una delle scuderie più forti viste in F1, e questo gli fa onore.

Verstappen: 9

L’olandese permette al team di stare vicino alla Mercedes, con una guida fenomenale. Il secondo posto dimostra che il pilota può ancora fare un po’ la differenza sul mezzo.

Albon:6

Alex sembra essere migliorato rispetto agli scorsi week-end, ma viene penalizzato dalla scuderia. La strategia è discutibile ma riesce a limitare i danni.

McLaren: 7.5

Dopo le difficoltà riscontrate in terra inglese, oggi il team torna ad essere quarta forza.

Sainz: 8.5

Carlos batte abbondantemente il compagno di squadra, esaltandosi in casa sua. Ora riconosciamo il Sainz del 2019!

Norris: 6

Lando riesce a portarsi a casa l’ultimo punticino, ma può fare molto di più.

Renault: 5

Il team francese proprio non va in Spagna, e i risultati non mentono: 0 punti.

Ricciardo: 6

Daniel è più in forma di Ocon, ma è la competitività della Renault a mancare. L’australiano fa comunque il suo, meritandosi la sufficienza.

Ocon: 5

Soffre molto nei confronti con il team mate, e non va oltre la tredicesima posizione.

Alpha Tauri: 7

L’ex Toro Rosso stupisce per la velocità dimostrata, portandosi a casa anche buoni punti.

Gasly: 7.5

Dopo essere passato da Red Bull al team satellite, il francese è rinato. Batte spesso Albon e non sembra per niente il Gasly del 2019: bene cosi!

Kvyat: 5.5

Il potenziale per fare bene c’è, ma viene sprecato dal russo. Alla fine termina dodicesimo, anche a seguito di una penalità evitabile.

Racing Point: 9

La futura Aston Martin si riprende dopo qualche difficoltà riscontrata a Silverstone. Sempre più vicina ai top team e sempre più lontana dal gruppo centrale, la Pantera rosa non smette di stupire.

Perez: 7.5

Di ritorno dalla pausa forzata causa Covid, Sergio se la gioca con il compagno, ma gli finisce dietro. Si becca anche una penalità per aver ignorato le bandiere blu.

Stroll: 8.5

Lance conduce una gara solidissima, facendosi notare fin dal giro uno. Gran bella staccata per “mangiarsi” Bottas in curva 1, e bella gestione di gara.

Haas: 5

La Haas è ancora in difficoltà, e i punti sono solo un miraggio.

Grosjean: 4.5

Illude dopo le prove libere, ma quando i tempi contano non brilla. Si gira durante la gara e termina ultimo fra coloro che sono giunti al traguardo.

Magnussen: 6

Kevin fa quello che può, ossia battere il compagno, Giovinazzi e le Williams.

Alfa Romeo: 5

Un po’ meglio del solito, ma il merito è di Raikkonen.

Raikkonen: 6.5

Kimi dimostra ancora una volta di essere in gioco, portando l’Alfa in quattordicesima posizione. Sorprendente anche il superamento del Q1.

Giovinazzi: 5

Antonio non riesce ad esprimersi sui livelli del compagno, battendo le sole Williams e Grosjean.

Williams: 5

Il team è sempre ultimo, nonostante il gran motore che li spinge.

Russell: 6

Più che battere il compagno non può fare altro.

Latifi: 5

Unici due piloti ad essere doppiati due volte: lui e Romain.

Seguici anche su Instagram

F1 | Tensione in radio: Leclerc: “Dobbiamo fermarci!”, muretto: “Tutto regolare per noi”