F1 | GP Messico: Analisi simulazione qualifica e passo gara

Nelle prove libere del Gran Premio del Messico sorprendono Renault e Red Bull, mentre Mercedes e Ferrari inseguono. Passo gara GP Messico

Passo gara GP Messico
Foto: formula1.com

La Red Bull si trova al comando al termine delle prime due sessioni di prove libere del GP del Messico grazie all’ottima prestazione sul giro secco di Max Verstappen. L’olandese dopo il podio al COTA si conferma in grande forma insieme alla sua RB14; molto bene anche il team ufficiale Renault che riesce ad inserirsi nei top team. Stranissima la prestazione di Mercedes e Ferrari, che si ritrovano attardate rispetto a Red Bull e addirittura alle spalle della Renault nella simulazione qualifica.

Simulazione qualifica

Foto: formula1.com

Nella simulazione qualifica la Red Bull è stata nettamente la migliore staccando la seconda vettura (Renault) di circa 1 secondo e 3 decimi. Ottima prestazione sia per Max Verstappen che per Daniel Ricciardo, entrambi si sono trovati prettamente a loro agio su questo circuito con la vettura di Milton Keynes. Promettente il ritorno nella top 10 della Renault, che tra l’altro si toglie lo sfizio di inserirsi davanti a Ferrari e Mercedes, è solo un fuoco di paglia o realmente la Renault sarà della partita? Come detto prima, molto strana la prestazione di Ferrari e Mercedes, entrambi i team accusano un distacco di oltre un secondo, evidentemente i due contendenti al campionato costruttori si sono nascosti durante questo venerdì per risparmiare la propria Power Unit per il momento che conta.

Ottima prova da parte della Toro Rosso motorizzata Honda che fa ben sperare la Red Bull per la prossima stagione, il costruttore giapponese sta facendo passi da gigante. Un aspetto importante da considerare è il meteo, che per domani da quasi per certa la presenza della pioggia, può essere un altro valido per qui molti team non si sono particolarmente “impegnati” in questa simulazione.

Di seguito la classifica dei tempi combinati (tutti con gomma HyperSoft):

1 Red Bull (Max Verstappen) 1:16.656s
2 Renault (Carlos Sainz) 1:17.926s +1.270s
3 Ferrari (Sebastian Vettel) 1:17.954s +1.298s
4 Toro Rosso (Brendon Hartley) 1:18.061s +1.405s
5 Mercedes (Lewis Hamilton) 1:18.075s +1.419s
6 Force India (Sergio Perez) 1:18.167s +1.512s
7 Haas (Romain Grosjean) 1:18.733s +2.077s
8 Sauber (Charles Leclerc) 1:19.024s +2.368s
9 McLaren (Stoffel Vandoorne) 1:19.086s +2.440s
10 Williams (Lance Stroll) 1:19.219s +2.563s


Simulazione passo gara (Approfondimento)

Decisamente rilevante la simulazione del passo gara; Red Bull, Ferrari e Mercedes si ritrovano vicinissimi (come visto in molte occasioni) rispetto alla simulazione di qualifica. Renault e McLaren abbastanza veloci con un distacco medio dai top team che va al di sotto del secondo; dietro inseguono le due motorizzate Ferrari, Haas e Sauber, che precedeno le altre vetture: Williams, Force India e Toro Rosso. Interessante la prestazione dei due team motorizzati Mercedes: Williams e Force India, sempre veloci sui circuiti dove conta molto il motore, infatti su questo circuito erano riusciti a conquistare diversi risultati importanti ma questa volta sarà molto diverso. Attenzione al meteo che oltre a promettere pioggia per sabato, sembra dare una piccola percentuale di acqua anche per la gara.

Di seguito la classifica del passo gara:

1 Ferrari
1 Red Bull
3 Mercedes +0.1s/lap
4 Renault +0.6s/lap
5 McLaren +0.8s/lap
6 Sauber +1.4s/lap
7 Haas +1.5s/lap
8 Williams +1.8s/lap
9 Force India +2.5s/lap
10 Toro Rosso +3.5s/lap

Il Monitor dei Tempi – GP Messico 2018 [FP2] – Red Bull mette le ali? Forse, ma Ferrari è molto vicina e competitiva nel passo gara.

Passo gara GP Messico Passo gara GP Messico Passo gara GP Messico

F1 | GP Messico: Analisi simulazione qualifica e passo gara
Lascia un voto