A TCFormula 1Interviste

F1 | Penalità Alonso, Aston Martin non farà ricorso ma punzecchia Russell

Aston Martin non farà ricorso per la penalità subita da Fernando Alonso nel GP d’Australia di F1, ma Mike Krack punzecchia Russell.

Nessun ricorso da parte di Aston Martin per la penalità subita da Fernando Alonso dopo l’incidente di George Russell, nel GP d’Australia di F1. Tramite un comunicato diffuso sui social, il team principal Mike Krack ha accettato la decisione dei commissari, schierandosi comunque dalla parte del suo pilota: “È l’arte del motorsport nella sua massima espressione“.

F1 Alonso Russell Australia penalità Mike Krack
Fernando Alonso in pista a Melbourne – Aston Martin F1

Non solo tripudio Ferrari in Australia. Alle spalle del duo di Maranello sono tanti i temi sollevati dalla gara di Melbourne. Se Red Bull potrebbe dover cominciare a guardarsi le spalle dalla rimonta dei rivali, è Mercedes la squadra in più evidente difficoltà. Il team di Brackley chiude la terza tappa del Mondiale con un doppio zero, certificando un inizio di stagione da incubo ad occhi aperti.

Se Lewis Hamilton è stato costretto al ritiro da un problema alla Power Unit, più spettacolare è stato il KO di George Russell. L’inglese, all’inseguimento dell’Aston Martin di Fernando Alonso, è stato colto di sorpresa da un quasi impercettibile rallentamento del rivale, intento ad impostare meglio l’uscita da Curva 6. Manovra da punire, secondo i commissari, con 20 secondi di penalità.

Tutti sono sollevati dal fatto che George [Russell] sia uscito illeso dall’incidente – si legge dal comunicato Aston MartinVogliamo sottolineare che noi supportiamo pienamente Fernando [Alonso]. È il pilota con più esperienza in Formula 1. Ha corso più Gran Premi di chiunque altro e ha oltre 20 anni di esperienza. È un pluricampione del mondo in diverse categorie“.


Leggi anche: F1 | Minardi scuote Ferrari dopo l’Australia: “Sainz? Me lo sarei tenuto”


Ricevere una penalità di 20 secondi quando non c’è stato alcun contatto con la vettura che seguiva è una pillola amara da inghiottire, ma dobbiamo accettare la decisione. Senza nuove prove non possiamo presentare ricorso. Fernando [Alonso] è un pilota fenomenale e stava sfruttando ogni mezzo a sua disposizione per finire davanti a George [Russell]“.

Questa è l’arte del motorsport nella sua massima espressione. Non metterebbe nessuno in pericolo“, conclude il comunicato, firmato da Mike Krack.

Foto Copertina: Aston Martin F1

Seguici in Live Streaming su Twitch

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.