F1 | Perché Alfa Romeo crede che Norris avrebbe dovuto essere penalizzato a Sochi

Alfa Romeo ritiene che Lando Norris avrebbe dovuto ricevere una penalità dopo aver attraversato la linea bianca di ingresso ai box durante il Gran Premio di Russia di Formula 1.alfa Romeo Norris russia

Alfa Romeo ritiene che Lando Norris avrebbe dovuto ricevere una penalità dopo aver attraversato la linea bianca di ingresso ai box durante il Gran Premio di Russia di Formula 1. L’incidente di Norris all’ingresso ai box è stato uno dei principali punti di discussione dopo la gara di domenica. Molti sono rimasti sorpresi quando il pilota della McLaren ha ricevuto un rimprovero piuttosto che la penalità di cinque secondi e un punto di licenza. Quei cinque secondi lo avrebbero dal settimo al nono posto, dietro l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen.

Quando si è diretto verso la pitlane per prendere le intermedie a due giri dalla fine, Norris ha perso il controllo all’ingresso dei box. È riuscito a tornare in pitlane, ma nelle interviste post-gara ha ammesso che rischiava penalità.

Quando Raikkonen ha conquistato la bandiera a scacchi, il team Alfa era così sicuro che Norris sarebbe stato penalizzato. A peggiorare le cose per l’Alfa Romeo, Raikkonen è stato uno degli ultimi destinatari di una penalità di cinque secondi per un’infrazione all’ingresso ai box, al Mugello lo scorso anno. Non sorprende quindi che la notizia che Norris avesse ricevuto solo un rimprovero in questa occasione sia stata accolta con incredulità in casa Alfa Romeo.


Leggi anche

F1 | Imola potrebbe sostituire il GP di Cina nel calendario 2022


Le parole di Vasseur

“Sono molto triste per Lando, perché ha fatto un weekend fantastico a Sochi”, ha detto Vasseur a Motorsport.com. “Ma poi non è perché ti piace il ragazzo e ha meritato di vincere che dobbiamo cambiare la regola. La regola è chiarissima. È stato così in tantissime occasioni.”

Il commento dei commissari

I commissari hanno successivamente motivato la decisione di ammonire Norris dicendo che “il pilota e la squadra hanno ammesso candidamente l’errore e il fatto che c’era confusione all’interno della squadra sull’opportunità di restare fuori o di rientrare ai box e ciò ha portato alla violazione”.

Tuttavia, Vasseur insiste sul fatto che la scivolata di Norris sulla linea di gara a Sochi meritava la consueta penalità di tempo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.