F1 | Perché la Scuderia Ferrari è a favore delle sprint race?

Se la F1 finalizzasse il programma di tre sprint race per il 2021, il Team Principal Ferrari Mattia Binotto ne sarebbe entusiasta: “una proposta promettente”. Ma cosa ne pensano Leclerc e Sainz?

Ferrari fire-up
BAHRAIN INTERNATIONAL CIRCUIT, BAHRAIN – DECEMBER 04: Charles Leclerc, Ferrari SF1000 during the Sakhir GP at Bahrain International Circuit on Friday December 04, 2020 in Sakhir, Bahrain. (Photo by Zak Mauger / LAT Images)

La proposta della F1 è già sul tavolo da tempo: correre 3 sprint race il sabato, in occasione dei Gran Premi di Canada, Italia e Brasile. Si tratterebbe di gare sprint di 100 km che andrebbero a sostituire le classiche qualifiche del sabato. Questa proposta ha ottenuto il pieno sostegno da parte di diversi team durante l’ultima riunione della Commissione, a cominciare dalla Scuderia Ferrari. Mentre il gruppo di lavoro messo a punto per formalizzare i dettagli di questa proposta continua a lavorare, il Team Principal Ferrari Mattia Binotto si è già più volte espresso a riguardo. Secondo lui, un nuovo format che includa le sprint race potrebbe fornire maggiore imprevedibilità ai weekend di gara in futuro: “Crediamo che un cambiamento a favore di gare più spettacolari e un po’ più imprevedibili sarebbe fantastico. Siamo proattivi nelle discussioni e sosteniamo il cambiamento, se quel cambiamento in qualche modo permetterà di raggiungere l’obiettivo appena menzionato. Continuiamo a discuterne, e sono fiducioso nonostante dobbiamo ancora guardare a tutti i dettagli. I dettagli faranno la differenza in questo senso. Quindi penso che il lavoro di squadra debba davvero continuare, e speriamo di trovare una buona soluzione.

Ecco cosa ne pensano Leclerc e Sainz

Mentre Sergio Perez e Daniel Ricciardo hanno mostrato preoccupazione in vista della possibilità di sostituire le qualifiche del sabato con le sprint race, Charles Leclerc e Carlos Sainz la pensano diversamente. Il pilota spagnolo, infatti, crede che il 2021 possa essere l’anno perfetto per testare un cambiamento nel format dei weekend di gara: “Finché non lo proveremo, non lo sapremo mai. È molto importante che il gran premio non perda il suo valore. Sarebbe pericoloso avere due vincitori in uno stesso weekend di gara, dunque dobbiamo assicurarci che ci sia un solo vincitore quando andremo a fare una doppia gara. Ma se c’è un anno in cui dovremmo provarlo, penso che sia il 2021. Guardando al futuro, penso che sia una buona opportunità per provare questo genere di cose e vedere come va.

Charles Leclerc, invece, si è detto incuriosito dal cambiamento che potrebbe comportare in F1, pensando anche a come la sprint race potrebbe cambiare l’approccio dei piloti: “Penso che dovrebbe almeno essere provato, ma dobbiamo capire come funzionerà con i punti, ecc. La cosa più importante è che la gara principale rimanga la gara principale e che questa non venga sminuita. Questo è il punto principale. Ma potrebbe essere interessante almeno provarlo, fare gare più brevi dove possiamo attaccare di più. Sarò almeno felice di provarlo.

Insomma, la Scuderia Ferrari sembra essere a favore delle sprint race almeno per il 2021, così come Antonio Giovinazzi. Ma staremo a vedere quale sarà la decisione definitiva della Formula 1.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Dove seguire la presentazione della Mercedes W12 [VIDEO e prime FOTO]