F1 | Perez ha scoperto per caso del passaggio di Vettel all’Aston Martin

Con una telefonata Lawrence Stroll ha informato Sergio Perez del passaggio di Vettel all’Aston Martin nel 2021, ma in realtà il messicano lo sapeva già dal giorno prima.

perez aston martin Vettel
credits Sergio Perez Facebook

Il passaggio di Sebastian Vettel all’Aston Martin ha fatto perdere il posto a Sergio Perez.

Prima dell’ufficialità dell’accordo Vettel- Aston Martin, si erano rincorse diverse voci, a cui il messicano non aveva dato molto credito. Dopo l’annuncio a sorpresa dell’addio del tedesco alla Rossa, Vettel non aveva molta scelta, volendo rimanere in Formula 1 e in un team competitivo.

Ma come ha fatto Perez a perdere il posto, visto che ha firmato un contratto triennale solo la scorsa stagione?

Nonostante Perez stia guidando molto bene, il team ha deciso di non confermarlo. Sembra che gli azionisti di Aston Martin, abbiano scelto Vettel, per il valore aggiunto che porterebbe al team un quattro volte campione del mondo, soprattutto in ottica di sponsorizzazioni.

Come Perez ha scoperto dell’arrivo di Vettel.

In una recente intervista Perez, sulle modalità in cui ha saputo del licenziamento, ha cripticamente detto: “Nessuno mi ha detto nulla, ma avevo già saputo e capito un paio di cose. La conferma finale è arrivata [mercoledì]”.

Come faceva a “sapere” se non gli era stato detto? RaceFans racconta che l’opzione sul suo rinnovo sia scaduta il 31 agosto. Racing Point aveva richiesto un prolungamento, concesso dal pilota, fino alla mezzanotte del mercoledì precedente al Mugello.

A Monza, Lawrence Stroll, proprietario della Racing Point, ha incaricato il consulente legale del team di preparare i documenti per la firma di Vettel. Ha delineato termini e condizioni specifici, tra cui un trattenuto annuale di 1,5 milioni di dollari, più bonus di prestazioni e un accordo separato per il ruolo di ambasciatore Aston Martin.

 Tuttavia, il tono di voce alto di Lawrence Stroll risuonava attraverso le pareti sottili delle stanze adiacenti ed è stata ascoltata da varie parti, tra cui Sergio Perez e altri. Così Sergio ha saputo senza che gli fosse stato detto.

Cosa farà Perez nel 2021?

Sergio Perez non ha ancora firmato con nessun team per il2021. Al momento gli unici team che potrebbero accoglierlo sono quelli in fondo alla classifica, ossia Alfa Romeo (in attesa che Raikkonen decida di rinnovare) Haas e forse Williams.

Queste tre team accoglierebbero volentieri Perez, ma sarebbero meno contenti i suoi sponsor, che non vorrebbero spendere 20 milioni di dollari, incluso lo stipendio del pilota, in una squadra minore.

A breve la firma con la Red Bull?

Esclusa anche l’ipotesi dell’anno sabbatico, sta circolando la voce di un passaggio alla Red Bull.

Il manager di Perez è Julian Jakobi, che non solo ha gestito Ayrton Senna  e Alain Prost, ma lo ha fatto contemporaneamente. Jakobi è in contatto da anni con Horner e il resto della dirigenza della Red Bull tramite vari piloti condivisi passati e presenti.

Gli sponsor messicani di Perez – principalmente società all’interno del gruppo controllato da Carlos Slim – non si scontrano con il portafoglio della Red Bull. Il pilota è popolare tra gli ispanici negli Stati Uniti, il più grande mercato della Red Bull.

La nuova struttura del montepremi di F1, che entra in vigore dal prossimo anno, garantirà bonus basati sui risultati ottenuti nei 10 anni precedenti. È quindi fondamentale che Red Bull estenda la sua serie di quattro anni nella top 3 o i suoi guadagni saranno ridotti.

Le criptiche dichiarazioni di Horner e Marko

A Motorsport-Magazin, Helmut Marko, consulente di F1 della società, a proposito di Perez ha ammesso che i colloqui con Jakobi hanno avuto luogo. Ha anche detto di non essere attivamente impegnato nella ricerca di un pilota.

Christian Horner, nella conferenza stampa al Mugello, non ha dato per scontato il reclutamento di piloti al di fuori del programma junior.

Horner ha dichiarato che la Red Bull potrebbe assumere un pilota fuori dal programma: “La nostra preferenza è sempre stata quello di coltivare il talento“, ha detto. “Che si tratti di Sebastian Vettel, che si tratti di Daniel Ricciardo, che si tratti di Max Verstappen, sono stati formati da Franz [Tost, team principal AlphaTauri]. Hanno sempre fatto bene in Red Bull. Quindi la nostra preferenza è sempre per il talento cresciuto in casa!. “[Ma] se la piscina non è abbastanza grande allora, naturalmente, a volte, si deve guardare al di fuori. La nostra intenzione è assolutamente quella di lavorare con il pool di talenti che abbiamo.”

Ipotesi sul mercato piloti 2021

Mentre vari scenari potrebbero vedere Perez ospitato alla Red Bull. Daniil Kvyat potrebbe lasciare la Formula 1. Albon tornerebbe in Apha Tauri al fianco di Gasly ad AlphaTauri.

Se ciò dovesse passare, sarebbe sicuramente un risultato più soddisfacente per Perez: passare al team, su cui Vettel originariamente aveva messo gli occhi subito dopo l’addio alla Ferrari.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

MotoGP | Ducati – Ciabatti: “Martin con noi dal prossimo anno”

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.