F1 | Perez: “Verstappen uno dei migliori piloti di sempre”

Sergio Perez è rimasto colpito dalle capacità di Max Verstappen, già lo pone alla pari con i migliori talenti ad aver storicamente gareggiato in Formula 1.

 

Perez Verstappen
Credits Red Bull Facebook

Alla sua ottava stagione nella classe regina, Perez vede Verstappen come un pilota davvero talentuoso e a tutto tondo che non vacilla in alcun modo. Inoltre, ha abilità speciali per poter andare al limite, cosa che non ha mai visto in molti altri grandi piloti nel corso degli anni.

Max è molto bravo ed è un pilota molto completo. È senza dubbio uno dei migliori nella storia della Formula 1, se non il migliore, per tutto. Ha una buona educazione e ha capacità che altri piloti non hanno. La cosa più speciale è quanto facilmente arrivi al limite“, ha riconosciuto Pérez nelle parole pubblicate dal portale web GPBlog.

Durante i fine settimana, Perez è colpito dalla facilità con cui Verstappen riesce ad essere veloce fin dall’inizio. Il campione del mondo in carica non è uno che apporta molte modifiche alla vettura, ma quelle che fa di solito sono importanti e ugualmente, il suo feeling all’interno della vettura sembra essere lo stesso per chi sta fuori.

Max va al limite fin dal primo giro e qualsiasi modifica che apporti alla vettura è davvero importante. Allo stesso modo non cambia il suo stile di guida che gli permette sempre di dare il massimo“, ha spiegato.


Leggi anche:  F1 | Ferrari: “La FIA non ha seguito la procedura giusta con la direttiva tecnica sul porpoising”


Infine, Perez sostiene che il ritiro nel GP del Canada sia stato doloroso. Red Bull deve lavorare sodo affinché problemi come questo non si ripetano. Questa stagione potrebbe essere decisa dall’affidabilità e il messicano è chiaro che è necessario migliorare sotto questo aspetto, poiché non finire nessuna gara può far cambiare rapidamente la situazione.

In Canada ci siamo ritirati di nuovo, è il secondo ritiro dell’anno. Dobbiamo correggere questo tipo di problemi ed essere perfetti per essere più vicini al Mondiale. Mancano ancora molte gare in questa stagione e tutto può cambiare in una o due gare. Dobbiamo continuare a lavorare sodo, perché un punto può decidere l’anno. Non mollare è molto importante a questo punto“, ha commentato il messicano per concludere.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Laureata in Comunicazione, lavoro in una media company. Appassionata di Formula 1, la seguo dal Gran Premio di Jerez 1997.