F1 | Dall’Inghilterra: Piastri e de Vries si giocano un sedile in Williams per il 2023

La stagione 2022 potrebbe essere l’ultima di Nicholas Latifi in F1. La Williams per il 2023 sta infatti pensando a Nyck de Vries ed Oscar Piastri.

piastri de vries williams 2023
Credit: Rossomotori.it

Vedere un talento come Oscar Piastri osservare dai box gli altri correre è davvero uno spreco. L’australiano viene da 3 titoli consecutivi negli ultimi 3 anni, avendo vinto la Formula Renault Eurocup nel 2019 e poi, da debuttante, si è portato a casa i campionati di Formula 3 nel 2020 e di Formula 2 nel 2021. Il suo percorso nelle categorie minori ricalca quello di piloti del calibro di Charles Leclerc e George Russell, anche loro vincitori in Formula 3 (all’epoca GP3) e Formula 2 al loro anno di esordio ed oggi top driver in Formula 1.

Ma nonostante ciò, Piastri non è riuscito a trovare un sedile nella categoria regina nel 2022. L’Alpine, team con cui è sotto contratto, lo ha così rilegato al ruolo di terzo pilota. Pare inoltre che le strade che potrebbero condurre l’australiano verso il team francese saranno sbarrate ancora per qualche anno. Esteban Ocon ha infatti un contratto fino al 2024 ed anche Fernando Alonso è vicino al rinnovo fino al 2024.

Ma il campione di F2 non ha alcuna intenzione di trascorrere un altro anno in panchina: “Mi aspetto di esordire in F1 nel 2023, sarebbe deludente non essere in griglia”, ha dichiarato recentemente. L’Alpine deve dunque trovare una sistemazione al suo giovane talento per non rischiare di perderlo.


Leggi anche: F1 | Alonso: “Contratto? Correrò ancora un paio d’anni. Piastri è un talento”


 

Ecco che la Williams potrebbe essere una buona soluzione per lui. A Grove hanno fatto sapere che non hanno più necessità di avere un pilota che porti una buona dose di sponsor. Il sedile di Nicholas Latifi barcolla dunque più che mai in questo momento. Le sue prestazioni alla corte della scuderia fondata dal compianto Sir Frank sono state finora tutt’altro che entusiasmanti. Il confronto nei due anni trascorsi con George Russell è a dir poco impietoso per il canadese.

Ma con il passaggio dell’inglese alla Mercedes e l’arrivo di Alexander Albon, la situazione non è affatto cambiata. Il pilota anglo-thailandese non sembra minimamente accusare l’anno di stop ed è stato finora autore di ottime prestazioni. Ciò nonostante la FW44 sia una monoposto tutt’altro che eccezionale. Albon ha infatti disputato una bellissima gara in Australia, tagliando il traguardo in decima posizione e riuscendo a strappare un punto, ed anche ad Imola ha concluso in P11, ad un passo dalla zona punti.

Ma Piastri non è l’unica opzione per la Williams per il 2023 che, secondo il noto giornalista inglese Joe Saward, sta seguendo anche Nyck de Vries. Al team di Grove piace infatti l’idea di dover far crescere dei giovani piloti, come già accaduto con Bottas e Russell, ma potrebbe rigettare l’idea di prenderne uno in prestito da altri team e preferire di costruirsene uno in casa.

L’olandese classe 1995, dal canto suo, si è dimostrato un pilota velocissimo in tutti i campionati a cui ha preso parte. Nel suo bagaglio può infatti vantare il titolo di Formula 2 nel 2019 e quello di Formula E conquistato nel 2021. Il suo futuro è attualmente ignoto visto che la Mercedes lascerà la serie elettrica al termine di questa stagione e chissà che nel 2023 non riesca a realizzare il sogno di correre in Formula 1.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari