Pubblicato il 26 Marzo, 2021 alle 21:32

F1 | Piero Ferrari: “Almeno una vittoria nel 2021. Binotto sotto esame”

Piero Ferrari, vicepresidente del team di Maranello, ha parlato della stagione 2021 e di quelli che devono essere gli obiettivi della scuderia. Infine un commento sul ruolo di Binotto e sul suo operato.

Foto: unknown

Dopo le delusioni del 2020 per la Ferrari è fondamentale dimostrare di aver fatto diversi passi in avanti in questo 2021. Stando a quanto visto nei test e nelle prime due sessioni di prove libere del GP del Bahrain sembra che a Maranello siano stati in grado di ridurre (almeno in parte) il gap che c’era con gli altri team lo scorso anno. Ne ha parlato anche Piero Ferrari. Per il vicepresidente della scuderia italiana è fondamentale vincere almeno una gara nel 2021. Inoltre il figlio del Drake ha rilasciato dichiarazioni anche su Mattia Binotto e quello che è stato il suo operato fino ad ora.

“Quest’anno ci sarà il settantesimo anniversario della prima vittoria della Ferrari in Formula 1. Proprio per questo spero che nella stagione che sta per iniziare ci possa essere almeno una vittoria per la Rossa. A Maranello siamo tutti consapevoli di non poter puntare ancora al Mondiale. Tuttavia ogni stagione può presentare delle occasioni e bisogna essere pronti a coglierle. Mi auguro di vedere una Ferrari che lotti nel 2021 in ogni Gran Premio e che sappia dimostrare di aver capito quelli che sono stati gli errori del passato. 

Abbiamo la fortuna di avere due ottimi piloti. Leclerc è giovane ma esperto allo stesso momento. Sainz lo conosco da poco ma mi sembra che si trovi molto a suo agio con la squadra. Questa sarà una stagione molto importante in vista del 2022. Cambieranno le regole, sarà una Formula 1 diversa. Spero che ci sia molto più spettacolo perché alla fine l’obiettivo di questo sport è far divertire le persone.

Per quanto riguarda Mattia Binotto, sì, è sotto esame come lo sono sempre tutti quelli che fanno parte del mondo Ferrari. Fa parte del nostro DNA”.

 Seguici anche su Instagram

Disqus Comments Loading...