F1 | Pirelli annuncia le mescole per i GP di Turchia e Qatar

La prossima settimana la F1 tornerà all’Istanbul Park per il secondo anno consecutivo. Nel mentre, l’unico appuntamento del mondiale che non era ancora definito è stato ufficializzato essere il Qatar. In entrambi i casi, ovviamente, Pirelli ha dovuto scegliere quali mescole della sua gamma P Zero selezionare per i rispettivi eventi. Pirelli mescole Turchia Qatar

©️ unknown

Gran Premio di Turchia

In occasione del GP di Turchia, che si svolgerà dall’8 al 10 ottobre, Pirelli ha optato per le tre mescole centrali della gamma. La C2 sarà la P Zero White hard, la C3 sarà la P Zero Yellow medium e la C4 sarà la P Zero Red soft.

L’anno scorso, al contrario, erano stati portati i tre compound più duri. Questa scelta decisamente conservativa era da motivarsi con la mancanza di dati. La F1, infatti, non correva in Turchia dal 2011, quindi non disponeva di informazioni recenti riguardanti il circuito. Di solito sono proprio queste ultime la base sulla quale effettua le sue scelte. Mentre, in quell’occasione, Pirelli si è dovuta affidare esclusivamente a simulazioni approssimative.

Tuttavia, l’evento del 2020 ha conferito un resoconto ben preciso. La pista, essendo stata riasfaltata poco prima del weekend di gara, presentava dei livelli di grip eccessivamente bassi. Ciò, unito a precipitazioni costanti, ha reso il fondo stradale fortemente scivoloso, dando spesso ai piloti la sensazione di guidare sul ghiaccio. La scelta delle mescole dure, non ha fatto che accrescere questo problema, con le gomme spesso incapaci di entrare in temperatura e quindi di generare grip. È da sottolineare come ovviamente Pirelli fosse ignara, al momento della nomina dei pneumatici, dei lavori che si sarebbero poi svolti sull’asfalto. Pirelli mescole Turchia Qatar

In vista della prossima settimana, invece, è stata posta molta più attenzione alle condizioni del fondo stradale, che quindi non dovrebbe presentare i problemi sopracitati. In più, la scelta delle C4, di certo contribuirà a generare maggior grip in qualifica nonché una maggiore varietà di strategie in gara, propendendo verso un incremento della spettacolarità.


Leggi anche:

F1 | Raggiunto l’accordo sul motore del futuro


Gran Premio del Qatar

©️ unknown

Per quanto riguarda il GP del Qatar, programmato dal 19 al 21 novembre, è stata effettuata una scelta diversa. Per questa pista sono stati optati i pneumatici più duri della gamma. Quindi la C1 sarà la P Zero White hard, la C2 sarà la P Zero Yellow medium e la C3 sarà la P Zero Red soft.

La motivazione principale è con tutta probabilità il layout della pista. Infatti, il notevole stress che le molteplici curve in successione a media-alta velocità del circuito generano sulle gomme ha costretto l’azienda italiana a questa soluzione. Inoltre, trattandosi di una pista inedita, che prima d’ora non è mai stata scenario di un Gran Premio di F1, Pirelli come al solito pende verso una scelta più conservativa, al fine di evitare colpi di scena in negativo.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

mm

Matteo Venezia

Studente di ingegneria meccanica, classe 2002. Appassionato e studioso della tecnica di Formula 1, in particolare nell’area strategica.