F1 | Più sicurezza in Formula 1, dopo Imola modificate alcune procedure

Dopo il rischio corso da Stroll durante il regime di Safety Car durante il GP di Imola, la Federazione modificherà alcune procedure per migliorare la sicurezza della Formula 1.

sicurezza Formula 1
Foto: TheNewYorkTimes

L’obiettivo della Formula 1 è sempre stato quello di tentare di migliorare costantemente il livello di sicurezza, riducendo al minimo i rischi. Dopo il GP di Imola si erano scatenate alcune polemiche dovute ai rischi corsi da un commissario  e da Lance Stroll durante il regime di Safety Car. Il pilota canadese, infatti, nello sdoppiarsi stava per investire uno dei commissari a lavoro per liberare la pista dai detriti. Per cercare di evitare che possa ricapitare qualcosa di simile, la FIA è a lavoro per apportare modifiche ad alcune procedure.

Abbiamo già cambiato le procedure per quanto riguarda le operazioni di sdoppiaggio. Ne abbiamo parlato sia con i team che con i piloti. Li ho anche avvertiti che in queste situazioni la Safety Car potrebbe rimanere in pista per uno o due giri in più, in modo da rendere più sicuro un eventuale sdoppiaggio. Abbiamo avuto un’ottima discussione con i team manager il giovedì e con i piloti il venerdì del GP di Turchia. 

Mentirei se dicessi che a Imola sia stata una situazione piacevole. Abbiamo fatto quello che credevamo fosse giusto. Abbiamo persino aggiunto una doppia bandiera gialla, dal traguardo a curva sette per avvisare in maniera anticipata tutti. Abbiamo delle riunioni ogni mercoledì. La sicurezza è uno degli aspetti fondamentali per la Formula 1.  Ho sempre detto che è meglio estendere il regime di Safety Car piuttosto che mettere a rischio i commissari. Nessuno vuole che si ripetano tragedie avvenute nel passato. Impariamo ogni giorno dai nostri errori e cerchiamo di migliorare tutto il possibile”.


Seguici anche su Instagram

La rubrica del lunedì | Dove nacque una stella