F1 | Presentata ai team la bozza del calendario per la stagione 2021

È stata discussa dai team e dai vertici della F1 a Portimao la bozza del calendario per il 2021. Si va verso l’organizzazione di 23 Gran Premi.

bozza calendario f1 2021

È stata presentata alle squadre, durante il weekend portoghese, la bozza del calendario per il campionato 2021 di F1. Il primo disegno prevede la disputa di 23 gare nel corso dell’anno.

L’inizio della stagione fino alla pausa estiva

Inoltre al momento, soprattutto per questioni economiche, non sembra esistere alcun piano di riserva nel caso la pandemia da coronavirus dovesse continuare. La stagione si prevede possa partire nuovamente il 21 marzo da Melbourne, dopo aver concluso 3 giorni di test invernali a Barcellona.

In seguito all’appuntamento australiano il Circus volerà in Bahrain per la seconda tappa del mondiale. Si proseguirà quindi con il Gran Premio di Cina l’11 aprile.

Ci saranno poi due settimane di pausa prima di volare in Vietnam, per l’esordio del circuito di Hanoi nel calendario della categoria regina. L’appuntamento vietnamita non è però ancora certo, non tanto per l’eventuale crisi pandemica quanto per le politiche statali.

I team, dopo i primi gran premi, avvieranno la tranche europea il 9 maggio a Barcellona per il GP di Spagna. Dopodiché sarà il turno di Montecarlo e Baku, ad intervalli di 14 giorni.

La stagione estiva, nella bozza del calendario, sarà aperta dalla F1 con il Gran Premio del Canada a metà giugno. Sarà una toccata e fuga su suolo americano prima di tornare nel Vecchio Continente.

Prima della pausa estiva sarà infatti il turno di altre quattro gare: Francia, Austria, Gran Bretagna e Ungheria ospiteranno il Circus prima di agosto.

La seconda parte della stagione 2021

La seconda parte del calendario non ha ancora date definite, ma si andrà probabilmente verso due turni da tre gran premi consecutivi.


Il primo triple header comprenderà Monza, Zandvoort e Spa-Francorchamps. La seconda manche da tre gare porterà le squadre a Singapore, Suzuka e Sochi, prima del gran finale di Abu Dhabi.

La Formula 1 dovrebbe inoltre riuscire ad aver la promessa di tutti i paesi per poter entrare a condizioni speciali. Ovviamente rimane una bozza del calendario che potrà essere soggetta a cambiamenti di qui a febbraio.

Rimane l’incognita dei Gran Premi in Brasile, Stati Uniti e Messico, dei quali ancora non si hanno notizie ben definite. Se ci saranno problemi per la disputa di alcune delle gara nella bozza, l’entourage della F1 si farà certamente trovare pronta con sostituzioni mirate con altri circuiti, come accaduto quest’anno.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | Orari TV e programma del WeekEnd: Non solo F1 a Imola – GP Emilia Romagna su Sky e TV8

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.