F1 | Presentazione Aston Martin F1: non è solo una Mercedes W11 verde

Presentazione Aston Martin. La squadra inglese ritorna in Formula 1 con un team ufficiale dopo 61 anni: andiamo a scoprire insieme i segreti della vettura britannica.

Mercedes 2020 vs Aston Martin 2021 – Confronto non ottimale per prospettive differenti

La prima grande differenza che notiamo è il colore, il team inglese è passato dal rosa al verde inglese tipico di Aston Martin Racing per la stagione 2021. Dopo lo scandalo dello scorso anno molti si aspettavano una copia della Mercedes anche per la prossima stagione, spoiler: non è così.

Zona anteriore

Aston Martin F1

La parte anteriore della vettura richiama molto il muso della Mercedes W11, la prima differenza la troviamo però nel profilo dei flap superiori. Come notiamo la Mercedes è dotata di un profilo a singola curvatura mentre l’Aston Martin presenta un profilo più ondulato.

Il profilo dell’end plate è rimasto uguale alla passata stagione, è dotato di un profilo rivolto verso l’esterno per indirizzare i flussi intorno alla ruota anteriore.

Zona Centrale

Notiamo un andamento diverso delle pance rispetto alla vettura della passata stagione, il team inglese avrà aggiornato il sistema di raffreddamento montando radiatori più piccoli. Questo sarà fondamentale per migliorare la resistenza aerodinamica del veicolo.

Si vedono anche i nuovi bargeboard, a forma di griglia, per indirizzare meglio il flusso all’interno dei sidepod.

Da questa immagine si vede anche il fondo, tagliato nella parte finale e dotato di piccole alette per generare carico aerodinamico.

Dettaglio Bargeboard
Dettaglio fondo

Zona Posteriore

L’alettone posteriore è rimasto invece uguale a quello della passata stagione, notiamo sempre il doppio supporto dell’ala. Vediamo anche le nuove bandelle del fondo, più corte rispetto allo scorso anno come prevede il nuovo regolamento.

Sempre analizzando il posteriore notiamo i due tubi della waste-gate, a conferma del fatto che il motorista Tedesco continuerà ad utilizzare questo elemento durante la prossima stagione.

In conclusione il team inglese ha portato alcuni aggiornamenti interessanti, la vettura definitiva la scopriremo però ai test in Bahrain.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Vettel: “Corro per vincere, non vedo l’ora di iniziare”

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member