Formula 1

F1 | “Prima di lavorare con Verstappen non sapevo neanche chi fosse”: la confessione dell’ex preparatore

L’ex preparatore di Verstappen ha rivelato di non esser stato un fan del motorsport e di non sapere chi fosse l’olandese prima di cominciare a lavorare con lui nel 2020.

Bradley Scanes, ormai ex preparatore di Max Verstappen, ha raccontato le sue quattro stagioni trascorse al fianco del pilota olandese. Scanes prese l’incarico alla fine del 2019; da quel momento ha vissuto la grande scalata al vertice della Red Bull e del “suo” pilota.

Formula 1 F1 ex preparatore Max Verstappen Red Bull Bradley Scanes
Foto: Verstappen.com / Red Bull Content Pool

Parlando della sua avventura al podcast The Red Flags Podcast, Scanes ha fatto una particolare confessione. “Prima di iniziare a lavorare con Max non ne sapevo davvero nulla di motorsport e Formula 1. Non sapevo neanche chi fosse Max Verstappen.” ha rivelato Scanes. “Mi sono informato su Google per mettermi al passo; sapevo che Hamilton fosse un pilota di successo, ma questo era tutto”.

Scanes ha poi proseguito raccontando il suo percorso di avvicinamento alla Formula 1: “Nel dicembre 2019 ho incontrato Max e nella seconda settimana di gennaio ho iniziato a lavorare con lui. Nel frattempo, per tutto dicembre, ho guardato e letto tutto ciò che riguardasse la F1, tutto quello che mi venisse in mente a riguardo”. 


Leggi anche: F1 | Sainz perde lo storico personal trainer, andrà a lavorare con Verstappen


Una vera scelta di vita

In particolare, il fisioterapista si è concentrato sul racconto del primo incontro con Verstappen: intraprendere quel percorso significava dare una svolta radicale alla vita di tutti i giorni. “Parlai con alcune persone vicine a lui e mi dissero che il giorno dopo sarei volato a Barcellona per incontrarlo. Io ‘Aspetta, ho quindici pazienti domani!'” rivela Scanes.

“Li ho riprogrammati e poi sono partito per Barcellona, perché semplicemente era la cosa da fare. Così volai a Barcellona dove Max era in circuito a testare con delle GT. Tutta la sua famiglia era lì: la sua fidanzata, suo padre, i suoi amici. Abbiamo riscontrato ciò che ci aspettavamo l’uno dall’altro e ci siamo trovati bene da subito“. 

“Non pensavo che avrei ottenuto l’incarico, ma pensai ‘su, ci provo.’. Dissi a Max ‘ho già un titolo mondiale nel mio bagaglio, come riusciremo a portarne uno anche a te? Come faremo ad andare oltre e riuscirci?’ Credo gli sia piaciuto quell’approccio!” conclude Scanes.

Il nuovo preparatore di Max Verstappen, Rupert Manwaring
Il nuovo fisioterapista di Max Verstappen, Rupert Manwaring. Foto: Autosport

Dopo quattro stagioni e tre titoli mondiali (dunque missione più che compiuta) le strade dei due si separano: il calendario sempre più denso ha spinto Scanes a lasciare al fine di passare più tempo con la famiglia. Il suo sostituto è già noto e arriva dalla Ferrari, precisamente lato Carlos Sainz: Rupert Manwaring.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.