F1 | Prove Libere GP Bahrain – Le voci in casa Haas: “Non è stata una cattiva giornata”.

FP1 difficili per la Haas con il 12esimo e il 17esimo posto, grande passo in avanti nelle FP2 con il settimo e il nono tempo. Le parole di Steiner e dei piloti.

Magnussen Haas Bahrain FP2
Foto: Haas F1 Team

Le prove libere di Kevin Magnussen

Nelle FP1 Kevin Magnussen ha chiuso con il dodicesimo tempo completando 21 tornate. Dopo il primo run con gomma media, il danese è passato alla gomma soft con la quale ha ottenuto il suo miglior crono 1:32.602.

Nelle FP2 Magnussen ha iniziato nuovamente con la media, dopo ha simulato la qualifica con la soft per poi fare un long run con la media. Un totale di 33 giri, 1.30.000 come miglior tempo personale, meglio di oltre due secondi e mezzo rispetto alle FP1, che gli è valso il settimo posto.

“Sono felice di come è andata la giornata. Nelle FP2 con il freddo e lo scuro ci siamo trovati bene. Nelle FP1 la situazione era particolare: difficile la gestione delle gomme e la macchina non andava così bene ma era lo stesso per tutti. Nelle FP2 abbiamo visto come si comporterà l’auto nelle stesse condizioni della qualifica e mi sono trovato molto meglio rispetto alla sessione precedente, che è positivo. L’auto era più guidabile ed è cresciuta molto” ha detto il pilota della Haas.

Magnussen FP1
Foto: Haas F1 Team

Le prove libere di Romain Grosjean

Così come Magnussen, Romain Grosjean ha iniziato le FP1 con lo pneumatico medio per poi passare a quello soft. Solo diciassettesimo tempo per il francese; su 22 giri il più veloce è stato 1:32.994.

Nelle FP2 Grosjean ha svolto un programma diverso: dopo aver iniziato con gomma hard, ha fatto la sua simulazione qualifica piazzandosi al nono posto migliorando il suo tempo di quasi tre secondi. Successivamente, il francese ha simulato un long run con la gomma hard; 34 giri nelle FP2 per lui.

“Abbiamo fatto un buon lavoro oggi e c’è altro da fare domani. E’ stato interessante guidare l’auto con un clima così secco nelle FP1 per poi avere delle condizioni più vicine alla gara nelle FP2. Dobbiamo ancora conoscere del tutto l’auto ma sono soddisfatto di come sta lavorando. Vorrei un po’ più di grip al posteriore specialmente durante i long run ma c’è tempo per lavorare e sono sicuro che la squadra sarà all’altezza della situazione. C’è margine per migliorare, saremo nella mischia” ha detto Grosjean.

Grosjean Haas Bahrain
Foto: Haas F1 Team

Le parole di Gunther Steiner

“È stata una giornata abbastanza interessante. La FP1 è stata difficile, le condizioni sono così diverse qui tra le due sessioni di venerdì, con la FP2 che è simile a quello che affronteremo domani in qualifica. Non eravamo dove volevamo essere nelle FP1 ma siamo rimasti calmi poiché sapevamo che le condizioni sarebbero cambiate in seguito. Abbiamo fatto un buon lavoro in FP2. Penso che domani sarà la stessa cosa, dobbiamo mantenere la calma nelle FP3, e poi dovremo lavorare con i dati della FP2 per le qualifiche. Nel complesso, non è stata una brutta giornata”.

F1 | GP Bahrain 2019 – Il venerdì della Toro Rosso; Kvyat: “Lavoreremo duramente per ottimizzare l’auto per domani”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.