F1 | Prove Libere GP Portogallo, Renault – Ricciardo: “La fortuna giocherà un ruolo chiave in qualifica”

Parte in salita il week end del GP del Portogallo per la Renault che nelle prove libere ha visto Ocon chiudere 9° e Ricciardo 13° avendo sofferto non poche difficoltà.

Libere Renault GP Portogallo
Credits: Renault

Le prove libere del GP del Portogallo per la Renault non sono andate nel migliore dei modi. Nelle FP1 Ricciardo si è posizionato 9° e Ocon 19°, mentre nelle FP2 rispettivamente 13° e 9°. La nuova pista e il poco grip hanno reso molto difficoltoso correre ma entrambi i piloti sono fiduciosi di poter far meglio in qualifica e in gara.

Di seguito un estratto delle parole dei piloti:

Daniel Ricciardo

“La pista è davvero bella ed è piena di vari su e giù con molti punti cechi. Essendo relativamente nuova è un po’ difficile da guidare perché il grip è molto poco. Ovviamente la situazione è uguale per tutti. Penso che in generale oggi sia stata una giornata dura e no siamo riusciti ad avere buone prestazioni”.

“Abbiamo certamente molto da studiare in vista delle qualifiche ma penso che alla fine andrà tutto bene. Penso che la fortuna avrà un ruolo chiave sabato, quando dovremo chiudere un giro pulito, veloce e gestire le gomme”.

Esteban Ocon

“Oggi abbiamo dovuto scoprire e provare una nuova pista quindi abbiamo avuto molto lavoro da fare. La pista è come una sorta di montagna russa, con tanti alti e bassi ma è molto divertente da guidare. Oggi abbiamo faticato un po’ e ho visto immediatamente che non c’era grip. Mi sono sentito come se non avessi mai guidato prima”.

“Abbiamo anche dovuto fare il test delle nuove gomme, il che ci ha impegnato buona parte del pomeriggio. Il grip è completamente diverso da quello a cui siamo abituati, quindi domani dovremo sfruttarlo al meglio”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 Team Radio | Verstappen: “Gesù Cristo, che ritardo! Irrispettoso!” Stroll: “Non l’ho visto!

mm

Edoardo Borriello

Salve a tutti, sono uno studente di scienze politiche e relazioni internazionali alla Sapienza università di Roma, da sempre grande tifoso e appassionato di F1.