F1 | Qualifiche Spagna – Red Bull, Horner: “Team impeccabile, qualifica eccellente”

Una Red Bull che ha dato filo da torcere nelle qualifiche di Spagna alla diretta avversaria Mercedes, ma non abbastanza per evitare la centesima pole position per Lewis Hamilton. Verstappen domani partirà dalla seconda casella, mentre il compagno Sergio Perez occuperà la quarta fila in ottava posizione.

qualifiche spagna red bull
Verstappen nella pit lane del Circuito di Barcellona.

Il team austriaco non è riuscito a battere un Lewis Hamilton entrato ancora una volta nella storia. L’inglese ha raggiunto proprio oggi la centesima pole. Eppure Max Verstappen sembrava avesse tutti i mezzi per conquistarsi la prima casella, soprattutto dopo aver dato tre decimi a Bottas nel Q2. Una qualifica amara invece per Sergio Perez, che si trova in ottava posizione a un secondo dal compagno.

L’olandese non è sembrato turbato all’arrivo in parco chiuso: “Sono contento del mio tempo. In Q1 ho faticato, ma abbiamo subito risolto il problema per il Q2. Entrambi i giri del Q3 sono stati positivi, ma il secondo è stato segnato dalle raffiche di vento. Partire secondo è un buon traguardo, bisogna partire bene perché la strada verso curva 1 è lunga. Pensiamo di avere il passo per competere, ma il surriscaldamento delle gomme è un grosso problema da gestire a causa delle curve veloci. Il traffico nelle qualifiche è stato causato dal fatto che tutti volevano preservare al meglio le gomme”.


Leggi anche:

Verstappen: “Avrei potuto essere in pole”.


Perez ha dovuto affrontare una dolorosa sessione di qualifiche in Spagna, a causa di alcuni problemi muscolari: “Le qualifiche sono state una vera e propria lotta. Il mio problema alla spalla mi ha condizionato tantissimo, ma secondo i medici potrò affrontare la gara di domani. La giornata è stata orribile, non ho fatto un giro decente, ma complessivamente è un weekend positivo. La Red Bull non è migliorata dal punto di vista delle qualifiche. Solitamente con un po’ di giri riesco ad ottenere un buon passo, ma in Spagna non è così. Fondamentale è conoscere la macchina”.

Il team principal Christian Horner è invece molto contento del risultato ottenuto: “Dopo dieci anni dall’ultima volta, siamo in prima fila a Barcellona. Il team è stato impeccabile, la qualifica eccellente. Siamo orgogliosi del risultato ottenuto e sarà una gara molto interessante. Verstappen ha fatto un tempo quasi identico a quello di Hamilton, mentre lo scorso anno eravamo a sette decimi dalla pole. Perez ha dato il massimo nel Q3 per aggiustare il giro. Sappiamo che è forte in gara e quindi farà una grande rimonta. La volata verso curva 1 sarà interessante da vedere, siamo a pari passo con la Mercedes e ogni particolare farà al differenza”.

La Red Bull prospetta una domenica rosea dopo le qualifiche per il GP di Spagna. Horner e il pupillo Verstappen sembrano puntare l’esito della gara alla prima curva del primo giro. Barcellona è un circuito veloce, ma con pochi sorpassi: prendere la posizione al primo giro sarà fondamentale. Probabilmente il punto debole saranno le gomme vista lo stile di guida aggressivo dell’olandese. Il compagno di squadra invece dovrà recuperare più posizioni possibili per evitare di suscitare alcuni dubbi al team.

Appuntamento a domani alle ore 15.00 su Sky Sport F1 o TV8 per il GP di Spagna.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Maira Osto

Autrice presso F1inGenerale, mi occupo di Formula 1. Tifosissima di Sebastian Vettel e alfista dalla nascita, possiedo una pagina instagram proprio sulla F1. Seguitemi tutti su @singing.of.engines !