F1 | Quando Giovinazzi declinò l’offerta di Mercedes nel 2017

Vito Giovinazzi, padre di Antonio attualmente in forza alla Alfa Romeo, racconta di quando suo figlio rifiutò la proposta della Mercedes nel 2017 per amore della Ferrari.

Giovinazzi Mercedes
Foto: Steven Tee / LAT Images

Vito Giovinazzi, padre di Antonio, pilota dell’Alfa Romeo, ha recentemente svelato un interessante retroscena sulla carriera di suo figlio. Toto Wolff offrì un contratto al pilota italiano dopo l’ottimo esordio nel 2017 con la Sauber. La proposta del Team Principal austriaco prevedeva un ruolo da terzo pilota della squadra F1. Inoltre, Giovinazzi si sarebbe assicurato un ruolo da pilota ufficiale Mercedes nel DTM. 

In un’intervista a La Gazzetta dello Sport, Vito Giovinazzi racconta questo particolare aneddoto: “All’avvio del Mondiale in Australia nel 2017, Maurizio Arrivabene gli disse che avrebbe guidato per la Sauber per sostituire Pascal Wehrlein. Successe anche nel round di Shanghai in Cina che però non andò bene. In Australia mio figlio terminò 12° e fu un grandissimo risultato, tanto che anche Toto Wolff ci fece i complimenti. Prima di firmare con la Ferrari, lo stesso Toto ci chiamò per offrirci un contratto con la Mercedes: Antonio avrebbe dovuto fare il terzo pilota di Stoccarda in F1 e quello ufficiale nel DTM. Ma lui ha il cuore rosso e ha preso la decisione che si sentiva di prendere”.

Quello di Giovinazzi sarebbe dunque stato un percorso simile a quello avuto proprio da Pascal Wehrlein, pilota che gli cedette il posto per le prime due tappe del mondiale 2017. Il tedesco infatti firmò con la Mercedes nel 2014 e la casa di Stoccarda gli diede un sedile nel DTM. Wehrlein fu così pilota di riserva del team F1 per due annate e vinse il campionato DTM nel 2015. Nel 2016 ottenne così un sedile in Manor, conquistando addirittura un punto nel Gran Premio d’Austria, e nel 2017 passò alla Sauber, raccogliendo ben 5 punti con un’auto tutt’altro che competitiva.

Giovinazzi invece rifiutò quell’offerta restando legato alla Ferrari. Dopo aver ricoperto il ruolo di terzo pilota Ferrari nel 2018, Antonio passò in F1 con l’Alfa Romeo nel 2019. Da allora il pilota di Martina Franca continua a progredire e si è guadagnato passo dopo passo la fiducia nel team guidato da Frédéric Vasseur.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Guerra Wolff-Horner? Hamilton e Verstappen se la ridono: “Mettiamoli in un ring”

Emanuele Zullo

Classe 2005, vivo a Napoli dove frequento il liceo linguistico. Adoro qualsiasi cosa abbia quattro ruote e spero di trasformare la mia passione in lavoro.