F1 | Quando la pressione pesa come un macigno

La F1 non concede molte seconde possibilità, i tifosi lo sanno e lo hanno sperimentato sulla loro pelle, ma spesso dimenticano di essere fautori di questa necessità. Leclerc Vettel

Negli ultimi anni, la F1 ha dato verdetti nettissimi su chi non è in grado di sopportare la pressione. Basti pensare a tutti i piloti scartati dal vivaio Red Bull o ancora peggio alla SF70H la penultima macchina del cavallino rampante, che si è trovata dopo la gara di Spa con aspettative troppo alte che l’hanno costretta a forzare le sue capacità consegnando il campionato alla Mercedes.Risultati immagini per ferrari sf70h

Fonte: Wikipedia

Ma non sono solo le macchine a trovarsi sotto pressione, troppo spesso infatti lo sono anche i piloti; basti pensare a Vettel e Leclerc futuri piloti Ferrari 2019. Il primo chiamato nella Scuderia più titolata del Circus, con alle spalle quattro mondiali da leader assoluto,;si è trovato nel 2015 a sopportare l’eredità di un certo Fernando Alonso,che sebbene non si sia comportato da signore nei sui 4 anni in rosso, ha fatto volare l’aspirapolvere rossa che la squadra gli consegnava.

Ora Vettel si trova forse nel momento più difficile della sua carriera: ha una macchina molto competitiva ed;ha dimostrato di saperla far funzionare (Silverstone, Spa) però messo sotto la pressione italiana, si è trovato a sbagliare molto. Tanto da ritrovarsi a -40 punti da Lewis. Attento Seb l’Italia ti ama ma non dimentica Hockenheim, Baku e sopratutto Monza. Di certo il tifo rosso non aiuta a vincere i mondiali.

Leclerc Vettel
Fonte: LAT IMAGES

Ora tocca a Charles Leclerc. Monegasco, di 21 anni che ha stravinto e dominato in F2 e in GP3 e che al primo anno in F1 dopo sole 3 gare ha fatto notare la differenza tra lui ed il suo compagno di squadra. Nel 2019 si troverà in una situazione per certi aspetti peggiore di quella SEB-2015,;poichè sostituirà Raikkonen ultimo campione in rosso che nella stagione 2018 sta facendo davvero bene.

Toccherà a Charles rispondere a chi dubita della sua età e del suo talento. Tutti aspettano la risposta, sarà in grado di dimostrarsi il mostro che a Baku ha portato la Sauber in Q2 (dando 1.8 decimi di secondo al compagno di squadra) e poi l’ha piazzata al sesto posto alla bandiera a scacchi o sarà il nuovo Badoer di Spa 2009? Ai posteri l’ardua sentenza. 


F1 | Record e statistiche GP Russia: solo Mercedes a Sochi

Leclerc Vettel Leclerc Vettel Leclerc Vettel Leclerc Vettel Leclerc Vettel

F1 | Quando la pressione pesa come un macigno
Lascia un voto

Paolo Mellone

Studente di lettere moderne appassionato di F1 ,dei grandi classici della letteratura e NERD incallito.