F1 | Quarantena forzata? Niente paura, ci sono gli Esports

Gli strem live come antidoto contro la noia della quarantena. Come la tecnologia e i nuovi media influiscono sull’intrattenimento in questo difficile momento. Esports F1 Streaming

Esports F1 Streaming
Lando Norris al volante alle prese con F1 2019

Che periodo difficile per lo sport. Tutto fermo, tutto tace. Mai nella storia è successo quanto sta accadendo in queste settimane, e che noi lo volessimo o no, stiamo vivendo in una situazione quasi surreale, lontanissima da una normalità a cui siamo sempre stati abituati. Esports F1 Streaming

#iorestoacasa col Motorsport

Lo slogan #iorestoacasa è diventato uno dei simboli alla lotta contro il nemico invisibile. C’è chi ha pensato di passare la quarantena senza fare niente, chi lavora e chi sta beatamente seduto sul divano di casa a godersi qualche pellicola o libro sui Motori. La tecnologia ci ha cambiato, ha evoluto il modo di vivere e affrontare la quotidianità. Per quanto difficile e complicato sia il periodo odierno, l’utilizzo di smartphone, tablet e computer ci sta offrendo vaste possibilità per sopportare nel migliore dei modi il periodo di quarantena. Esports F1 Streaming

A combattere le continue pessime notizie provenienti da tutto il mondo ci prova la nuova frontiera dell’intrattenimento: L’Esport. Pratica famosa già da qualche anno, con un giro d’incassi miliardario, il videogaming si presenta come una delle validissime alternative (in questo caso come sostituto) allo sport in televisione. Esports F1 Streaming

Una sorta di consolazione, un passatempo leggero e divertente per celare almeno per qualche ora la drammaticità del quotidiano.

Not AUS GP: Il Gran Premio sul computer

 Il GP d’Australia è stato rimandato a data da destinarsi, stessa sorte per Bahrein, Vietnam e Cina (senza dimenticare i successivi in Europa). Ma nell’era in cui stare fermi non è (quasi) più uno svantaggio, basta un po’ di organizzazione, una buona connessione internet, un videogioco e una postazione per fare virtualmente quello che non si è potuto fare domenica.

La notizia l’aveva diffusa l’account social di Veloce Esport, team composto da gamer professionisti che partecipano a campionati mondiali di Motorsport virtuale. Una sfida tra piloti reali e “videogiocatori” professionisti. “Non AUS GP”, è stato ribattezzato così il weekend australiano corso davanti allo schermo. Norris, Vandoorne, Gutierrez e Deletraz a fare le veci dei pro driver, in battaglia contro manici di prim’ordine come James Baldwin, Aarav, Tiametmarduk e Jimmy Broadbent.

Qualcosa di inaspettato ma che ha generato così engagement da raggiungere in totale 180.000 visualizzazioni. Lo streaming su Twitch e YouTube è finito terzo nei Trend del genere in Inghilterra, primo invece in Germania.

Il Domani

Del doman non v’è certezza” diceva qualche secolo fa Lorenzo il Magnifico. Ma abbastanza sicuri lo siamo circa il continuo del campionato virtuale su F1 2019. Dopo la gara di Albert Park, che ha visto vincitore Dani Bereznay, titolare nella schiera di Alfa Sauber Esports (solo sesto la star del gruppo Lando Norris) sarà la volta del Bahrein. Esports F1 Streaming

La vera certezza è il successo di questo tipo di comunicazione, generato soprattutto da una nuova mentalità, più giovane e fresca che porta una visione di una Formula 1 aperta e accogliente verso gli appassionati. Così giocare e vederlo fare è una delle vie più efficaci contro la noia, sperando una non distante ripresa delle competizioni e miglioramento delle condizioni.

Esports F1 Streaming

Seguici su Instagram

F1 | Ecclestone: “Binotto non adatto al ruolo che ha in Ferrari”

 

Marco Passoni

Progettato nel 1997, fotografo e studente di Comunicazione, Media e Pubblicità alla IULM. Ho sempre voluto lavorare nel mondo della Formula 1 sin da bambino e spero un giorno di arrivarci come responsabile comunicazione o marketing. Instagram: @marcopasso18