F1 | Raikkonen approva l’ala anteriore 2019: “E’ più facile rimanere dietro alle vetture adesso”

L’ex ferrarista ritiene che la nuova regolamentazione non sia stata introdotta invano: la nuova ala riduce effettivamente i flussi nocivi permettendo di rimanere più facilmente alle spalle di un altro pilota. raikkonen ala anteriore 2019

Credits: F1

Intervistato da Motorsport.com, Raikkonen è parso soddisfatto dei cambiamenti regolamentari apportati per questa stagione. La nuova ala anteriore, più semplificata rispetto alla stagione 2018, è stata;introdotta al fine di eliminare quelle turbolenze nocive che disturbavano eccessivamente l’aerodinamica delle vetture inseguitrici rendendo complicata la costruzione di un sorpasso.

Nel corso della pausa invernale, molti sono stati i dubbi sollevati dagli addetti ai lavori sulla nuova tipologia di ala anteriore, ritenendo che avrebbe semplicemente reso le vetture più lente non portando nessun tipo di beneficio in quanto a sorpassi.
Raikkonen invece smentisce tutto, la nuova specifica aiuta nell’inseguimento:

E’ più facile restare vicini alla vettura di fronte – commenta Kimi Raikkonen – in un’uscita di curva bisogna stare ancora un po’ attenti, ma adesso è possibile rimanere più vicini alla fine delle curve. Sembra invece che ci sia ancora un po’ di difficoltà nelle curve lente, ma forse era dovuto alle condizioni [del Bahrain, ndr.]

“Possiamo comunque rimanere più vicini, sorpassare è sempre complicato ma credo che ora abbiamo un po’ più chance.”





Kimi Raikkonen si sta indubbiamente divertendo in questa sua ultima fase della carriera: il 39enne si è dilettato in una serie di sorpassi spettacolari che lo hanno portato fino alla settima posizione sulle dune del Sakhir, e archiviata la seconda gara stagionale e il finlandese conduce la classifica dei non top team, saldamente in 6° posizione alle spalle proprio dell’ex compagno Sebastian Vettel.

Even at 39, he is Performing brilliantly. #F1 #Kimi7 pic.twitter.com/nnWDUis9bY

— Eau rouge (@Insidef1) 2 aprile 2019

Di visione diametralmente opposta è invece il campione in carica Lewis:
“Non ho sentito nessuna differenza nel seguire la vettura davanti. Non è cambiato nulla, è ancora terribile”

Orari del Week End: GP Cina 2019 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8 [F1]

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"