F1 | Ralf Schumacher: “Alla Williams un clima di paura e terrore”

L’ex pilota tedesco esamina le cause che hanno portato alla crisi della Williams e sostiene che non ci sia un nuovo Bottas.

Ralf Schumacher
@f1.com

L’ex pilota Ralf Schumacher, nuovo volto di Sky Deutschland, in un’intervista rilasciata alla testata tedesca Motorsport-Total ha commentato la drammatica situazione che sta attraversando la scuderia di Grove: “La Williams ha avuto in passato un clima del tutto particolare e finché al comando c’era Patrick Head si riusciva a mantenere un certo equilibrio. Un clima di paura e terrore, uno stile di leadership ereditato dagli ’70 e ’80”.

Dopo l’addio di Patrick Head, il team non ha saputo trovare un suo equilibrio interno: “Con l’attuale struttura manageriale, la Williams non riesce ad estrarre il massimo dai suoi dipendenti perché manca coesione all’interno del team. Gli ingegneri stanno combattendo più contro loro stessi che insieme”.

Per Ralf parte della responsabilità va a Claire Williams: “Credo che la Williams debba rivedere la sua dirigenza, Claire sta faticando ad essere al livello del padre. Paddy Lowe ha vinto ovunque, in Williams invece non è nemmeno riuscito a portare la vettura 2019 in tempo a Barcellona prima di essere licenziato. Credo che questo sia sufficiente per porsi dei dubbi a livello manageriale”.

Ralf Schumacher si è anche pronunciato sul vincitore del primo gran premio della stagione: Valtteri Bottas. Il pilota finlandese si è riscattato dopo le critiche ricevute nel 2018.

Tuttavia Ralf non pensa che una gara sia sufficiente per vedere un vero cambiamento.“Non abbiamo a che fare con un nuovo Bottas”, ha dichiarato Ralf a motorsport-total.com. “In qualifica è stato dietro a Hamilton anche se per un solo decimo, mentre in gara Lewis ha avuto un problema alla partenza e un danno al fondo. La vittoria di Valtteri è positiva, ma Lewis con una W10 integra gli sarebbe stato davanti. Sono certo.”

“Bottas come pilota è veloce, ma non costante. La forza di Lewis è sempre stata la sua consistenza, l’abilità nello sfruttare il momento giusto. Sinceramente mi sorprenderebbe vedere Valtteri migliorato così tanto, anche sul punto di vista del carattere, nell’arco di un inverno”, ha concluso Ralf Schumacher.

F1 | La Ferrari cambia (di nuovo) il proprio nome in Scuderia Ferrari Mission Winnow

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.