F1 | Ralf Schumacher: “Tutta la F1 sta vivendo un momento di crisi”

Ralf Schumacher, ha affermato che a rischiare è tutta la F1. Per il tedesco, infatti, le conseguenze economiche del Coronavirus si abbatteranno su tutte le scuderie dalle più piccole ai top team

 

Ralf Schumacher F1
Credit: Formula Regional

Per Ralf Schumacher, sarebbero a rischio tutti i team in  F1. Come tutti gli altri sport, infatti, nell’ultimo periodo, causa Coronavirus, anche il calendario di Formula Uno  è stato costretto a fermarsi. Dopo la cancellazione dei GP d’Australia e Montecarlo e il rinvio di quello di Cina, Bahrain, Vietnam, Olanda e Spagna, i danni economici risultano pesantissimi.

A tal proposito si è espresso anche Ralf Schumacher, ex pilota di Jordan, Williams e Toyota. Il tedesco, che di anni in F1 ne ha passati ben 10, intervistato da Sky Deutschland ha ammesso che: “Il Coronavirus metterà in crisi non solo i team più piccoli ma anche i top team. I danni a cui dovranno far fronte le grandi multinazionali sono impossibili da prevedere in una situazione come questa. Si tratta comunque di sistemi che danno il lavoro a migliaia di dipendenti che si troveranno in seria difficoltà”.

Il fratello del sette volte campione del mondo ha poi continuato spiegando che tra i team più a rischio ci sono proprio “Williams e Haas”  mentre le scuderie grandi come la Ferrari al momento “Hanno problemi ben più gravi a cui pensare piuttosto che alle  corse da ricominciare nel mese di luglio. Speriamo solo che questo incubo finisca al più presto”.

Il quarataquatrenne, ha poi affrontato anche l’argomento piloti. Secondo Schumacher “Alcuni piloti, come per esempio Lewis Hamilton, hanno parecchie opzioni per aiutare in questo momento difficile, fino ad adesso nessuno ne ha parlato pubblicamente ma forse ci hanno già pensato”

Non ci sono dubbi, quindi, che il Covid-19, oltre ad essere un gravissimo problema sanitario, metterà in difficoltà anche i portafogli di aziende e, per quanto riguarda la F1, team. Teoria questa confermata anche da Helmut Marko, consigliere Red Bull, secondo cui “Cancellare solo 5 dei GP costa 100 milioni “.

Seguici anche su Instagram

F1 | Horner: “Il nuovo regolamento potrebbe slittare al 2023”