F1 | Record e statistiche GP Austria: Mercedes vuole mettere la quinta!

La 31a edizione del Gran Premio d’Austria è il nono appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. La seconda gara della striscia di tre gran premi consecutivi viene dopo la vittoria di Lewis Hamilton nel Gran Premio di Francia, con l’inglese che è anche tornato in testa alla classifica. Dal 2014, anno del ritorno della Formula 1 in Austria, Mercedes ha sempre vinto al Red Bull Ring.

Il simbolico toro del Red Bull Ring. Foto: Red Bull.

Il Red Bull Ring di Spielberg ospita il Gran Premio d’Austria, nono appuntamento stagionale del mondiale di Formula 1. Dopo 11 anni di assenza, nel 2014 l’Austria è tornata ad avere il suo Gran Premio in calendario, e da allora Mercedes ha sempre vinto su questo circuito. Riusciranno quest’anno Ferrari e Red Bull ad interrompere questo dominio, o ci sarà il quinto successo consecutivo per Mercedes in Austria?

Storia e curiosità

La prima edizione del Gran Premio di Austria si è disputata nel 1964 sul circuito di Zeltweg. La gara è tornata del campionato di Formula 1 nel 1970 presso l’Österreichring, pista situata vicino l’aeroporto di Zeltweg in cui si era corsa la prima edizione. L’Österreichring, tracciato lungo quasi 6 km, ha ospitato il Gran Premio per 18 edizioni, fino al 1987. Dopo un’interruzione di altri 10 anni si è tornati a correre in Austria dal 1997 al 2003 sull’A1 Ring, versione rivista e accorciata dell’originale Österreichring, nella stessa configurazione sulla quale si corre anche oggi.

Nelle edizioni passate del Gran Premio d’Austria ci sono stati spesso contatti clamorosi tra compagni di squadra. I più noti tra Hakkinen e Coulthard nel 1999, e tra Hamilton e Rosberg nel 2016.

Nel 2002 ci fu il discusso ordine di scuderia in Ferrari, nel quale Rubens Barrichello rallentò fino a far passare il compagno Michael Schumacher sul traguardo. L’episodio scatenò polemiche roventi, che portarono la federazione a vietare ogni tipo di ordine di scuderia da allora in poi.

Michael Schumacher e Rubens Barrichello sul podio dopo la doppietta nel GP d’Austria 2002. Foto: Formula 1

Nel 2014 le qualifiche videro la prima fila completa per la Williams, ultima pole position per la scuderia inglese con Felipe Massa. Solo quattro anni dopo lo storico team è in piena crisi e spesso riempie l’ultima fila dello schieramento.

Il circuito Red Bull Ring

Il Red Bull Ring di Spielberg è una pista permanente, lunga 4.318 km, da percorrere in gara per 71 giri, per una distanza complessiva di 306.452 km. Il circuito è caratterizzato da 10 curve, di cui 7 a destra e 3 a sinistra, e riprende il disegno utilizzato dal 1997 al 2003, già noto come A1 Ring.

Il Red Bull Ring di Spielberg. Foto: Formula 1.

Per l’edizione 2018 saranno presenti 3 zone DRS, la prima sul rettilineo compreso tra le curve 1 e 2, la seconda tra le curve 3 e 4 e la terza sul rettilineo del traguardo. (Articolo e mappa aggiornata)

Le mescole di gomme portate in Austria da Pirelli sono UltraSoft (Purple), SuperSoft (Red) e Soft (Yellow), nella loro versione standard (senza battistrada ridotto).

Statistiche e record

A differenza di altri Gran Premi, in Austria non c’è stato finora un dominatore assoluto, complici anche le interruzioni di diversi anni dopo il 1987. Il pilota che ha ottenuto più vittorie a Spielberg è Alain Prost con 3 successi, ma in vetta alla classifica di pole position e giri veloci non c’è il francese bensì altri piloti, tra cui anche alcuni a sorpresa.

Pole Position

Nella classifica delle pole position c’è un terzetto al comando. Il padrone di casa Niki Lauda insieme a René Arnoux e Nelson Piquet hanno ottenuto 3 pole in Austria. Seguono Emerson Fittipaldi, Mika Hakkinen, Michael Schumacher e Lewis Hamilton a quota 2. Infine, tra i piloti in attività si conta una pole position per Valtteri Bottas.

Tra i costruttori guida Ferrari con 7 pole position, seguita da Lotus e McLaren a 4 e da Renault, Williams e Mercedes a quota 3. La pole del 2014 di Felipe Massa è stata l’ultima ottenuta dalla Williams in Formula 1.

La Pole Position di Felipe Massa nel 2014 con la Williams. Foto: trbimg.com

 

Vittorie

Alain Prost, con 3 successi (1983, 1985, 1986), è pilota che ha ottenuto il maggior numero di vittorie in Austria. Seguono poi a quota 2 Ronnie Peterson, Alan Jones, Mika Hakkinen, Michael Schumacher e Nico Rosberg. Inoltre, si conta una vittoria a testa per Lewis Hamilton e una per Valtteri Bottas.

Alan Jones supera Gilles Villeneuve e conquista la vittoria nel Gran Premio d’Austria 1979. Foto: Formula 1

Tra i costruttori McLaren davanti a tutti con 6 vittorie, seguita da Ferrari a quota 5, Lotus e Mercedes a 4. Si contano inoltre 3 successi per Williams e 2 per Renault.

Giri Veloci

David Coulthard ha ottenuto 3 giri veloci in Austria, risultando così in testa a questa classifica. Lo seguono a quota 2 Clay Regazzoni, René Arnoux, Alain Prost, Michael Schumacher e Lewis Hamilton. Infine, tra i piloti in attività, si conta un giro veloce per Sergio Perez.

Per quanto riguarda i costruttori McLaren davanti a tutti con ben 8 giri veloci. Seguono poi Ferrari a quota 4, Brabham, Renault, Mercedes a 3, Williams a 2 e Force India a 1.

Il contatto tra Coulthard e Hakkinen nel primo giro del GP d’Austria 1999. Foto: Formula 1

Record sul giro

I record del Red Bull Ring sono stati siglati tutti lo scorso anno, e hanno visto un netto dominio Mercedes.

Qualifica: V.Bottas (Mercedes) – 2017: 1:04.251 (media 241.939 km/h).

Gara: L. Hamilton (Mercedes) – 2017: 1:07.411 (media 230.597 km/h).

Distanza in gara: V.Bottas (Mercedes) – 2017: 1h 21m 48.523s (media 224.757 km/h).

Così nel 2017

Valtteri Bottas vince il Gran Premio d’Austria, resistendo all’assalto finale di Sebastian Vettel. Sul podio termina anche Daniel Ricciardo, seguito da Lewis Hamilton. Il pilota inglese giunge quarto al traguardo dopo essere partito ottavo per la sostituzione del cambio prima delle qualifiche.

Pole Position: V. Bottas (Mercedes) – 1:04.251

Ordine di arrivo: 1. V. Bottas (Mercedes) – 2. S. Vettel (Ferrari) – 3. D. Ricciardo (Red Bull)

Giro veloce: L. Hamilton (Mercedes) – 1:07.411 (giro 69)

2a vittoria in carriera per Valtteri Bottas.

69a vittoria per Mercedes.

Il podio del Gran Premio d’Austria 2017. Foto: CNN
mm

Emanuele Di Meo

Laureando in Ingegneria Meccanica con una grande passione per la Formula 1. Seguo con particolare interesse anche la Formula 2. Admin della pagina Instagram @vuliusgp.