F1 | Record e statistiche GP Brasile: storie di mondiali decisi a Interlagos

Il 46° Gran Premio del Brasile è il ventesimo e penultimo appuntamento con il mondiale di Formula 1 2018. Dopo la conquista del titolo piloti da parte di Lewis Hamilton rimane ancora aperto il discorso per il campionato costruttori, sul circuito che negli ultimi anni ha visto molte gare spettacolari e spesso decisive per l’assegnazione dei titoli mondiali. F1 GP Brasile

Foto: Formula 1

Il Gran Premio del Brasile è il 20° round della stagione 2018, che vede ancora aperto il titolo costruttori. Ferrari tenterà di bissare il successo di Sebastian Vettel dell’anno scorso per restare ancora in corsa, mentre dall’altra parte Mercedes potrebbe chiudere i giochi con una gara d’anticipo. La gara di Interlagos è stata spesso spettacolare, grazie alla pioggia e a numerosi colpi di scena decisivi per l’assegnazione dei titoli mondiali, come nel 2007, 2008 e 2012. F1 GP Brasile

La storia

La prima edizione del Gran Premio del Brasile valevole per il mondiale di Formula 1 risale al 1973, a Interlagos, dove si svolgono 7 delle prime 8 edizioni. Da ricordare nel 1975 la prima e unica vittoria in carriera di Carlos Pace, a cui è intitolato il circuito, e la prima di René Arnoux nel 1980.

Nel 1978 e dal 1981 al 1989 il Gran Premio si sposta sul circuito di Jacarepagua, dove c’è il dominio di Alain Prost, vincitore di 5 edizioni sulle 10 disputate. F1 GP Brasile

Nel 1990 si torna a Interlagos, su un circuito rinnovato e accorciato. Fino al 2003 il Gran Premio del Brasile è posto sempre a inizio stagione, dall’anno successivo invece l’evento viene spostato a fine campionato, a causa delle avverse condizioni meteo che si verificano spesso in quel periodo dell’anno. Proprio al 2003 risale la prima vittoria in carriera di Giancarlo Fisichella su Jordan sotto una pioggia torrenziale, con la gara che viene interrotta al 54° giro.

Giancarlo Fisichella vince il GP di Brasile 2003. Foto: F1 Retro

Dal 2004 il Brasile diventa quindi appuntamento spesso decisivo per l’assegnazione del titolo mondiale. Ciò avviene nel 2005 e nel 2006, con Fernando Alonso che, giungendo a podio in entrambe le occasioni, è matematicamente campione del mondo con la Renault. La gara del 2006 è anche l’ultima di Michael Schumacher alla guida della Ferrari.

Nel 2007 e nel 2008 due dei mondiali più combattuti dell’era recente si decidono all’ultima gara a Interlagos. Nel 2007 sono Kimi Raikkonen e la Ferrari a vincere e conquistare il titolo ai danni di Lewis Hamilton e Fernando Alonso su McLaren. L’anno successivo è invece Hamilton a conquistare il titolo in Brasile ai danni di Felipe Massa.

Felipe Massa al termine del GP di Brasile 2008. Foto: jamesallenonf1.com

Anche nel 2009 il Brasile è decisivo per l’assegnazione del titolo, vinto da Jenson Button e Brawn GP con una gara d’anticipo. Nel 2012 è invece Sebastian Vettel su Red Bull a vincere la lotta iridata contro Fernando Alonso su Ferrari al termine di una gara piena di colpi di scena, conclusasi con la vittoria di Jenson Button alla guida della McLaren, attualmente ultima vittoria della scuderia inglese.

Il circuito di Interlagos

L’autodromo José Carlos Pace di Interlagos ospita il primo Gran Premio del Brasile nel 1973, su un tracciato originariamente lungo quasi 8 km, che resta sede del GP per 7 edizioni. Si torna a Interlagos nel 1990, nella configurazione ridotta a 4.3 km ancora oggi in uso.  F1 GP Brasile

Foto: Formula 1

Il circuito di Interlagos misura oggi 4.309 km, da percorrere in gara per 71 giri, per una distanza totale di 305.909 km. Sono presenti 15 curve, di cui 10 a sinistra e 5 a destra. È uno dei cinque circuiti del calendario in cui si gira in senso antiorario.

Sono previste 2 zone DRS, la prima sul rettilineo tra le curve 3 e 4, la seconda sul rettilineo del traguardo, che sarà più lunga rispetto agli scorsi anni.

Le mescole portate da Pirelli per questa gara sono le SuperSoft (Red), le Soft (Yellow) e le Medium (White).

La partenza della gara, ultima dell’anno in America, sarà alle ore 18:10 italiane.

I Record del Gran Premio del Brasile

Il pilota più vincente in Brasile è Alain Prost con 6 successi, di cui 5 sul circuito di Jacarepagua. Michael Schumacher è secondo in questa classifica con 4 vittorie, ottenute tutte a Interlagos. Seguono Carlos Reutemann e Sebastian Vettel a quota 3, infine un successo ciascuno per Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton. Nei costruttori McLaren davanti a tutti con 12 vittorie conquistate in Brasile. Seguono Ferrari a quota 11, Williams a 6, Red Bull a 4, Mercedes a 3, Renault a 2.

Il successo di Alain Prost nel GP del Brasile 1990. Foto: Ferrari

Ayrton Senna è il recordman di partenze al palo, con 6 pole position conquistate. Seguono Mika Hakkinen, Rubens Barrichello e Felipe Massa a quota 3, poi Sebastian Vettel e Lewis Hamilton a 2. Infine una pole ciascuno per Fernando Alonso, Nico Hulkenberg e Valtteri Bottas. Nei costruttori McLaren svetta con 11 pole position, seguono Williams a 10, Ferrari a 7, Mercedes a 4. Infine 3 pole per Renault e 2 per Red Bull.

Michael Schumacher detiene il record di 5 giri veloci in gara. Seguono Lewis Hamilton a quota 4, Alain Prost, Nelson Piquet e Mark Webber a 3, Kimi Raikkonen e Max Verstappen a 2. Nei costruttori troviamo in testa McLaren e Williams con 10 giri veloci, poi Ferrari a 8, Red Bull a 5, Renault e Mercedes a 2.

I record sul giro secco sono stati siglati nel 2017, mentre quello sulla distanza in gara resiste dal 2004.

  • Qualifica: V. Bottas (Mercedes) – 2017 – 1:08.322 (media 227.048 km/h)
  • Giro veloce in gara: M. Verstappen (Red Bull) – 2017 – 1:11.044 (media 218.349 km/h)
  • Distanza in gara: J.P. Montoya (Williams) – 2004 –  1h 28m 01.451s (media 208.517 km/h)

Così nel 2017

Foto: Formula 1

Sebastian Vettel vince il Gran Premio del Brasile davanti a Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen. Lewis Hamilton, partito dal fondo, rimonta fino al quarto posto.

Pole Position: V. Bottas (Mercedes) – 1:08.322

Ordine di arrivo: 1. S. Vettel (Ferrari)– 2V. Bottas (Mercedes) – 3. K. Raikkonen (Ferrari) 

Giro veloce: M. Verstappen (Red Bull) – 1:11.044 (giro 64)

3a pole position per Valtteri Bottas.

47a vittoria in carriera per Sebastian Vettel.

229a vittoria per FerrariF1 GP Brasile

Orari del Week End: GP Brasile 2018 – Anteprima e orari TV su Sky e TV8 [F1]

F1 | Record e statistiche GP Brasile: storie di mondiali decisi a Interlagos
Lascia un voto
mm

Emanuele Di Meo

Laureando in Ingegneria Meccanica con una grande passione per la Formula 1. Seguo con particolare interesse anche la Formula 2. Admin della pagina Instagram @vuliusgp.