F1 | Red Bull chiede alla FIA la rimozione dei dissuasori in curva 2 [Trascrizione Team Radio]

Durante le prove libere antecedenti il GP di Francia, Red Bull si è aperta in team radio con FIA, chiedendo di eliminare i dissuasori di curva 2.Red Bulla FIA dissuasori

Nella giornata di oggi si è notato quanto i dissuasori (i cosiddetti salsicciotti) in curva 2 abbiano disturbato molti piloti. Tra questi Verstappen e Hamilton che hanno riportato lievi danni a fondo della monoposto. Il team Red Bull si è aperto in team radio con FIA, chiedendo di eliminare tali dissuasori.

La trascrizione del team radio

Red Bull: “ciao Michael (Masi). Abbiamo notato che in curva 2 ci sono dei dissuasori che stanno disturbando molti piloti. Il nostro pilota (Verstappen) ha avuto dei piccoli problemi al fondo. Non è stata colpa sua e penso che questo dissuasore porti molti problemi anche ad altre monoposto. Credi che sia possibile toglierli? Almeno la metà”

Masi (FIA): “Beh, mi sembra fossero lì anche nel 2019”.

Anche Ron Meadows, direttore sportivo della Mercedes ha parlato tramite team radio con Masi.

Meadows: “tutto ciò che sto cercando di dirti è che siamo finiti su quei dissuasori danneggiando la macchina. Non possiamo nemmeno dire “oh non saremmo dovuti passare li”. Sono decine di migliaia o centinaia di migliaia di sterline di danni, se andando così tanto larghi finiamo a muro”.

Un dettaglio dei dissuasori direttamente dal nostro inviato in Francia

Masi: “ok, ok. Daremo un’occhiata”


Leggi anche

F1 | GP Francia – Sintesi PL2: Verstappen davanti a tutti, sorpresa Alpine


Altre opinioni da parte dei team

Otmar Szafnauer ha espresso le sue opinioni in merito.

“Non sono a favore del danneggiamento delle auto. Penso che ci siano modi migliori per valutare e sanzionare i track limits. Credo quindi che ci siano modi migliori per farlo, più coerenti”.

Guenther Steiner si è detto d’accordo con le parole di Mercedes e Red Bull. Ha affermato “Se sai che questi salsicciotti possono danneggiare l’auto, perché li metti? Ci sono altri punti in cui se vai oltre i track limits perdi tempo e fine. Perché anche in curva 2 non può essere così?”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.