F1 | Red Bull: in programma una nuova galleria del vento entro il 2024

La Red Bull ha in programma la costruzione di una nuova galleria del vento per allargare la sede di Milton Keynes, progetto che dovrebbe prendere forma entro i prossimi due anni.

La Red Bull ha intenzione di sfruttare tutti i mezzi possibili per costruire una vettura competitiva, e fra questi è prevista anche la costruzione di una nuova galleria del vento entro il 2024. Il team austriaco attualmente ne possiede già una, ma presenta vari problemi, fra cui il fatto di trovarsi a circa 20 chilometri dalla sede principale. Inoltre, come spiegato da Adrian Newey, uno dei problemi dell’attuale macchinario utilizzato dalla Red Bull è la sua prestanza:

“Il macchinario richiede troppo tempo per poter raggiungere la velocità del vento desiderata. Questo priva la squadra di tempo prezioso, considerando l’attuale sistema di assegnazione oraria del suo utilizzo”.

 Il team di Milton Keynes prevede dunque l’inaugurazione di una nuova galleria del vento presso la propria sede principale, per poter facilitare i lavori.

“Siamo nella fase di approvazione ed omologazione”, ha affermato infatti il consulente della Red Bull Helmut Marko.

I lavori dovrebbero essere completati entro il 2024 e permetterebbero così a Red Bull di riunire in un’unica sede tutti i reparti del processo di progettazione della vettura. A Milton Keynes, infatti, si avrebbe così area di progettazione, galleria del vento, simulatore e la nuova fabbrica di motori. Un progetto simile a quello della Ferrari e completamente diverso invece dalla Mercedes, che separa i suoi reparti in due stabilimenti, Brackley e Brixworth.

Leggi Anche:

F1 | GP Miami – Tre zone DRS sul nuovo circuito americano

La nuova galleria del vento della Red Bull verrà a costare tra i 50 e i 75 milioni di euro. Una spesa considerevole se si tiene in conto la possibilità concreta che la F1 vieti questi dispositivi dal 2030. Tuttavia, la Red Bull non è stata l’unica a volersi impegnare in questa spesa, ma ha piuttosto seguito la strada tracciata da Aston Martin e McLaren.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.