F1 | Red Bull: kiel probes vicino all’airscope, a cosa servono?

Durante la terza di giornata di test il team Red Bull ha montato delle kiel probes vicino all’airscope: vediamo a cosa servono.

Kiel probe red bull

Durante i test è normale vedere strane strutture montate sulle vetture, le kiel probes. Le posizioni più utilizzate sono però in prossimità delle ruote anteriori e posteriori, è la prima volta che si nota però una struttura simile in quella posizione: andiamo a vedere a cosa serve.

Funzionamento Kiel probe

Le Kiel probes effettuano delle misure di pressione che vengono poi convertite in misure di velocità del flusso attraverso la seguente formula:

Formula di collegamento

La pressione totale, o ptot, è la pressione che ha il fluido mentre si muove alla velocità v; la pressione statica, o pst, è la pressione quando la velocità del fluido è nulla. Questo sensore misura la differenza di pressione tra totale e statica, conoscendo poi la densità dell’aria otteniamo la velocità del fluido. La densità dell’aria è un valore che dipende dall’altitudine del luogo e dalla temperatura, questo valore cambia leggermente durante la giornata. Un vantaggio di queste sonde è che riescono a fare delle misurazioni anche quando il fluido non è stazionario, come nel caso delle Formula 1.

Funzione sensore della Red Bull

La Red Bull ha deciso di montare le kiel probe in quella posizione per verificare la velocità del fluido che scorre sul cofano motore ed arriva poi sull’alettone posteriore. Questa misura serve a validare i dati ottenuti dalle simulazioni fluido dinamiche fatte al computer. Il team austriaco ha fatto questo controllo per verificare che le modifiche effettuate per la stagione 2021 abbiano portato le migliorie desiderate.

L’alettone posteriore ha la funzione principale di garantire il corretto carico aerodinamico sulle ruote posteriori. Maggiore è l’efficienza di questo componente, minore sarà il degrado che si verifica sulle coperture posteriori.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Volante Sebastian Vettel: a cosa servono le 3 leve?

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member