Pubblicato il 16 Febbraio, 2021 alle 11:13

F1 | Red Bull si prepara a sviluppare una propria power unit per il 2025

In previsione delle nuove regolamentazioni che verranno introdotte dal 2025, il team Red Bull si prepara a sviluppare una propria power unit. Fino ad allora però, attraverso la Red Bull Powertrains Limited, il team continuerà ad usufruire delle tecnologie Honda.

È di ieri la notizia secondo cui il team Red Bull avrebbe creato la Red Bull Powertrains Limited con lo scopo di coordinare la nuova partnership tra il team austro-britannico e la casa Honda, fornitrice di power unit fino al 2025.

La stessa compagnia poi, potrebbe coordinare lo sviluppo di un motore proprio dal 2025 in poi, quando nuove e ancora indefinite regolamentazioni verranno introdotte.

Il team principal Christian Horner infatti, specifica che la nuova compagnia va intesa in un’ottica più ampia: “Deve essere una visione a lungo termine, ha spiegato.

“Ovviamente gli investimenti nelle strutture necessarie per prepararsi a questo nuovo sviluppo sono piuttosto significativi. Quindi c’è sia uno scenario a breve termine riguardo ai regolamenti esistenti e poi, ovviamente, qualunque siano i nuovi regolamenti, dobbiamo essere in grado di fronteggiare anche quelli.”

La decisione non è tuttavia definitiva, dato che Horner lascia la porta aperta sia ad una collaborazione con chi dimostri interesse e sia ad un progetto in solitaria.

Penso che non saremo obbligati ad avere un partner ha detto Horner. “Abbiamo l’indipendenza per farlo da soli. Se arriva un partner entusiasmante, ovviamente ha senso considerarlo molto seriamente. Dipenderà tutto da quali saranno i regolamenti.”

Il nuovo accordo fra Honda e Red Bull

Nel frattempo, comunque, la partnership da qui al 2025 fra Honda e Red Bull è ormai consolidata, con la casa giapponese che fornirà le prossime power unit sia al team austro-britannico, che al team AlphaTauri.

Erediteremo la stragrande maggioranza di HRD [Honda Racing Development] UK, che è la parte operativa di Honda con sede a Milton Keynes”, ha detto Horner. “Quindi questo ci dà un punto di partenza stabile”.

“Siamo poi in procinto di definire alcuni degli altri ruoli che verranno ricoperti nelle prossime settimane e mesi. Ma penso che l’accordo che abbiamo raggiunto con Honda ci faccia guadagnare tempo per mettere insieme il giusto gruppo di persone”.

Il team Red Bull dipende dai fornitori di motori fin da quando è entrato in F1 nel 2005. Nasce infatti da qui la decisione di investire nella produzione di una propria power unit, che concederà così maggiore indipendenza in futuro.

“Strategicamente questo è un grande impegno da parte del team”, ha detto ancora Christian Horner. “Mostra anche il nostro impegno per la Formula 1: produrre un motore nel campus, qui a Milton Keynes, è un’impresa enorme.”

Ci pone in una condizione di equilibrio con gli altri team di produttori, del calibro di Mercedes, Ferrari e Renault ha infine concluso.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Segui in diretta la presentazione della McLaren MCL35M [VIDEO]

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.
Disqus Comments Loading...