F1 | Regolamento 2021 – Ferrari termina la resistenza

Il Consiglio Mondiale della FIA ha approvato all’unanimità i regolamenti di Formula 1 per il 2021. La Ferrari ha sorprendentemente rinunciato alla sua azione di resistenza. Un interrogativo grande rimane. Cosa ha spinto il team di Maranello a rinunciare alla sua posizione a favore delle decisioni dei vertici FIA? Ferrari termina la resistenza

Ferrari termina la resistenza

 

È stata una decisione davvero giunta all’ultimo minuto. Il 30 ottobre, il Consiglio Mondiale della FIA ha battezzato i nuovi regolamenti di Formula 1 per il 2021. Il gruppo di 26 membri ha votato all’unanimità e a favore. La Ferrari ha anche dato il suo importante benestare ai controversi regolamenti. Il team italiano era senza dubbio uno dei più scettici. In teoria, alla squadra sarebbero spettati cinque giorni per esercitare il diritto di veto, ma anche questa scadenza non è stata utilizzata. Ferrari termina la resistenza

Il voto della Ferrari è stata una grande sorpresa. All’ultimo incontro dei team con la FIA e la direzione della F1, era emersa l’impressione che i tre migliori team, ossia Ferrari, Mercedes e Red Bull, nonché i loro satelliti Haas, Racing Point e Toro Rosso, avessero la ferma intenzione di dire un sonoro no alle nuove regole. Il capo del team rosso Mattia Binotto aveva ripetutamente criticato il regolamento come “troppo restrittivo”. Anche la questione della distribuzione dei fondi non era particolarmente piaciuta ai big.

Il direttore del Red Bull Motorsport Helmut Marko ha confermato su richiesta che la società di bevande di Salisburgo rimarrà fedele alla Formula 1, a condizione che la Honda continui a impegnarsi nella partnership per lo sviluppo delle power unit. Una decisione finale da Tokyo non è prevista fino al finale di stagione ad Abu Dhabi.

Mercedes resterà anche lei nel circus del 2021, ad eccezione del Consiglio Direttivo. Ciò non ha nulla però a che fare con le nuove regole.

Il team principal Toto Wolff ha dichiarato ad Austin: Ferrari termina la resistenza

“Le nuove regole significano una deviazione dalla formula high-tech che abbiamo oggi. Ma sono fiducioso che saremo in grado di mettere a punto le questioni insieme alla direzione della FIA e della Formula 1. Accettiamo la sfida “.

I boss della Formula 1 hanno apparentemente copiato la vecchia ricetta di Bernie Ecclestones nel tiro alla fune per le controversie sulle regole del 2004, 2009 e 2013.

Il team principal Mattia Binotto spiega perché Ferrari ha rinunciato alla sua resistenza: Ferrari termina la resistenza

“Pensiamo che sia il momento giusto per ricominciare. Il nostro sport deve diventare sostenibile. È un inizio ed è stato il miglior risultato che abbiamo potuto ottenere. Ora dobbiamo tutti lavorare per migliorare il pacchetto di sviluppo. I team inizieranno ora ad intensificare i lavori sulle loro vetture per il 2021. Nel fare ciò, incontreremo punti ostili e proveremo a risolverli insieme alla FIA e alla direzione della F1 “.

Il capo del team Renault Cyril Abiteboul ha celebrato l’accordo: Ferrari termina la resistenza

“Molti non sembravano capire quali fossero i punti deboli ed instabili della Formula 1. Ecco perché è una pietra miliare. Un riavvio e un compromesso. Ad alcune persone sarebbe piaciuto vedere le regole un po ‘più liberali, altre il budget un po’ più basso. Dal punto di vista della Renault, è un buon passo verso lo sport sostenibile “.

Zak Brown, il capo della McLaren, concorda:

“È stata una buona giornata per la Formula 1. Alla McLaren sarebbe piaciuto limitare il budget un po ‘più aggressivamente, ma è un inizio. La somma originale di $ 150 milioni era migliore. Penso che avremmo dovuto includere gli stipendi del conducente nella capitalizzazione. Fanno la differenza nei tempi sul giro come la macchina. Ciò avrebbe costretto le squadre a prendere una decisione su ciò che hanno investito. La copertura del bilancio dovrebbe in realtà premiare le persone che spendono i loro soldi nel modo più efficiente.”

Guenther Steiner, team manager di Haas afferma:

“Non c’è più niente di cui lamentarsi e dire, questo è male e ciò che è sbagliato.” Frédéric Vasseur respira: “Finalmente possiamo pianificare. 

Il limite di bilancio non è l’ultima parola pronunciata. Il regolamento prevede che la FIA possa modificare il totale dal 2024 in poi. La nuova distribuzione del potere nei sondaggi dovrebbe rendere difficile per le grandi squadre.

Seguici sui nostri social: Ferrari termina la resistenza    Ferrari termina la resistenza        

 

Formula 1 | Le novità tecniche del 2021: ruote-display e possibile sound più acuto

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.