F1 | Ricciardo: “GP del Brasile a serio rischio, troppi casi di COVID-19”

Secondo Daniel Ricciardo, neo arrivato in casa McLaren, l’alto tasso di casi di COVID-19 in Brasile potrebbe portare all’annullamento del GP del Paese sudamericano.

Ricciardo GP Brasile COVID-19
credits: McLaren F1 Twitter

L’australiano Daniel Ricciardo ne è certo: “Il GP del Brasile è a serio rischio, troppi casi di COVID-19 nel Paese“. Il Brasile è, in effetti, uno dei paesi più colpiti dal COVID-19. Il virus ha ucciso oltre 380.000 dei suoi cittadini, più di qualsiasi altro paese (tranne gli Stati Uniti). Ma mentre il tasso di mortalità americano è sceso a 4.000 a settimana, il Brasile ne perde 10.000 in più, il peggior tasso di mortalità al mondo al momento. Quasi un quarto delle morti del Brasile è avvenuto a San Paolo, sede del Gran Premio del Brasile. Mancano più dei sei mesi alla gara, ma si stanno già sollevando dubbi sulla reale possibilità di portare team e staff in un Paese così in crisi.


Leggi anche

F1 | Ufficiale il rinnovo del Gran Premio del Giappone per altri 3 anni, Domenicali: “Circuito iconico”


Sono consapevole che il Brasile attualmente non è in una buona posizione con il COVID-19“, ha detto Daniel Ricciardo in un’intervista. “Penso che se avessimo programmato di andarci questo fine settimana, sono abbastanza convinto che sarebbe saltato tutto in aria. Non credo che saremmo riusciti ad esserci. Penso che per ora ci stiano un po’ tutti sperando. Ma se tra qualche mese la situazione è ancora così critica, dubito che ci sarà un Gran Premio del Brasile quest’anno”.

La gara di Interlagos è stata già anticipata di una settimana per far spazio alla tappa in Australia. Ricciardo ha suggerito, scherzando, che la sua gara di casa, che come quella del Brasile è stata cancellata anche dal calendario dello scorso anno, potrebbe diventare una doppia sfida (come successo con il Bahrain) se il Brasile venisse tolto dal calendario. “So che F1 è ovviamente entusiasta di avere 23 gare quest’anno. Un po’ come l’anno scorso, sono sicuro che forse ci saranno alcuni circuiti che potrebbero riempire alcune lacune se qualche GP venisse cancellato. Quindi vedremo. Forse un doppio incontro in Australia sarebbe la soluzione perfetta”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.