F1 | Ricciardo: “Norris mi spronerà a dare il meglio”

Nel corso di un’intervista Ricciardo ha affermato che Norris, futuro compagno di team lo spronerà a fare meglio. Secondo l’australiano, infatti, la presenza di un ragazzo più giovane non lo spaventerà ma lo motiverà, un pò come successe con Verstappen…

Ricciardo Norris

Fonte: F1

“Essere compagno di Norris mi spronerà tanto” parola di Ricciardo. Norris e Ricciardo, il primo appena ventenne, il secondo dieci anni in più. Entrambi forti anche se l’esperienza è diversa, Norris è in F1 da solo un anno, Ricciardo come pilota titolare dal 2011. Cos’hanno in comune? Dall’anno prossimo i due piloti condivideranno lo stesso box e dovranno confrontarsi l’uno con l’altro, perché si sa il tuo compagno è anche il primo avversario da battere.

Eppure Ricciardo, nonostante il futuro collega di anni ne abbia di meno, vantaggio questo a volte non da poco, non è spaventato per nulla. “Norris mi aiuterà ad essere più forte. Innanzitutto ho già avuto un compagno più giovane, Verstappen, e non ho mai avuto problemi, anzi. Bisogna contare, infatti, che un collega che è più piccolo di te ti motiva a fare meglio, ti sprona o almeno per noi è stato così

“Ovviamente spero che ci sarà lo stesso tipo di rapporto anche con Norris e sinceramente mi aspetto tanto. Nonostante la giovane età, infatti, nel 2019 è stato bravissimo e molto competitivo. Per quanto riguarda, invece, i momenti fuori dalla pista spero che avremo un buon rapporto e sono sicuro che faremo divertire tanta gente” ha detto l’australiano a F1 Nation.

Il trentenne ha poi proseguito voltando pagina. Se l’anno prossimo dovrà correre al volante della storica McLaren, per quest’anno il team in cui impegnarsi e dare il massimo rimane la Renault. E con lui ci sarà un altro giovanissimo, Esteban Ocon, che di anni ne ha solo 23.

“Non ho mai avuto Ocon come compagno di squadra ma anche in questo caso sono sicuro che ci spingeremo a vicenda e daremo il meglio di noi. L’unico problema potrebbe essere il fatto che lui l’anno scorso non ha potuto correre e quindi avrà un po’ più di difficoltà. Nonostante questo, però, so già che si sta allenando e arriverà carico al primo appuntamento in Austria” ha concluso l’australiano.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

Bollettino medico Alex Zanardi [21 Giugno] – “Resta grave il quadro neurologico”