F1 | Ricciardo ritorna sullo scontro con Liberty Media: “Mi scuso, ho utilizzato parole troppo aggressive”

Daniel Riccardo, a inizio stagione, non si era risparmiato contro la gestione social della Formula 1. Liberty Media, secondo l’australiano, enfatizzerebbe eccessivamente incidenti come quello di Grosjean. In occasione del GP di Imola, il pilota si è scusato per averli definiti “f***uti idioti”.

Ricciardo Liberty Media
Daniel Ricciardo, McLaren. Fonte: Twitter, account ufficiale McLaren.

La scorsa settimana, le forti dichiarazioni di Daniel Ricciardo hanno sollecitato parecchia attenzione mediatica.

Il pilota si è infatti scagliato contro la gestione social della Formula 1, colpevole di enfatizzare brutti incidenti come quello di Grosjean.

Diatriba, quella di Ricciardo con Liberty Media, che ha la sua origine proprio nel Gran Premio del Bahrain dello scorso anno.

L’australiano, dopo la gara, si era detto disgustato dai continui replay dell’accaduto.

Rivedere, sui grandi schermi del paddock, Romain Grosjean inghiottito da fuoco e detriti, poco prima di rientrare in auto, non deve essere stato affatto carino per i piloti.

La polemica di Ricciardo interessa soprattutto i canali social: “La F1, lo scorso anno mi pare, ha pubblicato sui propri canali un video del tipo ‘I migliori 10 momenti dell’anno’ o qualcosa del genere, e otto su dieci erano incidenti” 

E senza mezzi termini, ha definito gli addetti alla comunicazione esterna “f***uti idioti”.

Neanche Netflix, con la sua serie “Drive to Survive”, è stata risparmiata. Ricciardo Liberty Media 

Il pilota della McLaren ha accusato gli autori di aver forzato alcuni racconti e romanzato rivalità spietate che di fatto non sono mai esistite. Come quella con Sainz.

Riccardo non intende ritrattare quanto detto: i contenuti creati per gli account social vengono incredibilmente esasperati ed è, a sua detta, un dato di fatto.

Ritiene però sia opportuno scusarsi per i toni e le parole forti utilizzate.

“Devo calibrare meglio le parole, ciò che dico. Se potessi cancellare gli appellativi utilizzati, lo farei. Erano troppo aggressivi” ha ammesso Daniel.

Gareggio da tantissimo, ho imparato nel corso degli anni come ci si comporta. Avrei dovuto agire meglio, questo è certo.

Penso che, a inizio stagione, le mie parole siano state utilizzate fuori contesto. So però come, in questo mondo, certe cose funzionano. È colpa mia. Farò decisamente meglio in futuro”. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Possibile un GP in Germania