F1 | Rilasciato un video di F1 2020 sulla pista di Hanoi

In mattinata Codemaster ha rilasciato un altro video riguardante il nuovo gioco F1 2020 che sarà messo in vendita dal 10 luglio.

F1 2020 Hanoi
Twitter – Formula 1 Game

Nonostante la stagione reale non sia ancora iniziata, continuano ad essere rilasciati video tratti dal nuovo gioco in uscita a Luglio. La Codemaster, dopo Zandvoort, ha svelato un giro sul nuovo circuito cittadino di Hanoi, in Vietnam.

Come si può notare, si tratta di un on-board sulla SF1000 di Charles Leclerc anche se, come è sottolineato nel video, le grafiche delle monoposto sono ancora in via di sviluppo. Il tracciato è di tipo cittadino, così come Monaco, Baku e Singapore. È composto da ventidue curve per una lunghezza totale di 5,565 km.


Le prime due curve ricordano per certi aspetti il layout del Nurburgring e proprio la staccata dopo curva-2 appare come uno dei possibili punti di sorpasso. La parte centrale del circuito di Hanoi, come si può vedere dal video tratto da F1 2020, rimandano a due circuiti storici come quello di Monaco (curve 12-15) e quello di Suzuka (curve 16-19). L’ultimo settore, caratterizzato da muri molto stretti, non lascia spazio a eventuali errori e permette di preparare al meglio il sorpasso sul lungo rettilineo.

Nel complesso quello di Hanoi risulta essere un circuito molto tecnico. Sono presenti sia curve a medio-bassa velocità che curve ad alta velocità. La velocità di punta massima dovrebbe essere intorno ai 335 km/h. La pit-lane è stata realizzata in modo da diminuire la durata complessiva del pit-stop, aprendo le porte a una possibile strategia basata sulle due soste.

La gara di F1 sul circuito di Hanoi per la stagione 2020 era prevista per inizio stagione ma a causa della pandemia Corona virus era stata rinviata. Stando alle ultime bozze del calendario, si dovrebbe correre in Vietnam nel weekend del 22 Novembre, anche se non si hanno ancora notizie ufficiali a riguardo.

Seguici anche su Instagram

F1 | Drastici licenziamenti in Renault: tagliati 15.000 posti di lavoro, ma il team resta in Formula 1