F1 | Rimpasto in casa Red Bull: Rocquelin fa un passo indietro, promosso Lambiase che però resta ingegnere di Verstappen

Gianpiero Lambiase, ingegnere di pista di Max Verstappen, assumerà parte delle mansioni di Guillaume Rocquelin, capo degli ingegneri di pista della Red Bull fino al GP d’Australia.

Lambiase ingegnere Verstappen Red Bull
Max Verstappen a colloquio con il suo ingegnere di pista, Gianpiero Lambiase – Credit: PlanetF1

La scintilla fra Max Verstappen ed il suo ingegnere di pista, Gianpiero Lambiase, è scoccata subito, fin dal debutto del pilota olandese con la Red Bull. Alla prima gara con i colori del team anglo-austriaco, un Super Max ancora 18enne sbalordì tutti andando a conquistare il suo primo successo in carriera, diventando il più giovane vincitore della storia della Formula 1. Un record che difficilmente sarà battuto.

L’intesa tra i due si è poi rafforzata negli anni ed è culminata al GP di Abu Dhabi 2021 con la conquista del titolo mondiale. Ora per Lambiase è attesa una meritata promozione, come riportato dal noto quotidiano olandese De Telegraaf. Infatti assumerà parte dei compiti svolti dal capo degli ingegneri di pista, ruolo occupato fino al GP d’Australia da Guillaume Rocquelin.

Il francese, altro pezzo storico della Red Bull, farà un passo indietro e si occuperà della crescita dei giovani piloti del Junior Team. I motivi di questo rimpasto pare possano essere legati al budget cup.

“Rocky”, come viene soprannominato, è entrato a fare parte del team nel 2008 come ingegnere di pista di David Coulthard e, dall’anno seguente, di Sebastian Vettel. Insieme hanno dato vita ad uno straordinario ciclo di successi, con 4 mondiali di fila conquistati tra il 2010 ed il 2013.


Leggi anche: F1 | Horner sul ritiro di Verstappen: “Problema differente da quello riscontrato in Bahrain”


Nel 2015 per la prima volta si incontrano le strade di Rocquelin e Lambiase. Con il passaggio di Vettel alla Ferrari, il francese ha assunto appunto il ruolo di capo degli ingegneri di pista. Invece, nello stesso anno, l’italo-britannico è approdato alla Red Bull come ingegnere di pista del sostituto del tedesco, Daniil Kvyat.

In precedenza, Lambiase era già da 10 anni nel mondo della Formula 1. Nel 2005 è infatti entrato nella Jordan e fino al 2014 ha vissuto i diversi cambi di proprietà del team di Silverstone, divenuto i seguito Midland, Spyker e poi Force India e lavorando con piloti come Giancarlo Fisichella, Vitantonio Liuzzi, Paul di Resta ed infine assumendo il ruolo di ingegnere di pista di Sergio Perez, attuale compagno di squadra di Verstappen.

Nel 2015 è appunto arrivata la chiamata di Milton Keynes e nel 2022 ha iniziato la sua settima stagione di collaborazione con il pilota olandese.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari