A TCEditorialiFormula 1

F1 | Rinnovo Leclerc – Ferrari: la logica del rischio

Il rinnovo di Leclerc con la Ferrari è un rischio per il monegasco, ma dietro all’accordo si celano logiche interessanti.

Leclerc ha rinnovato con la Ferrari. Lui, in realtà, non l’aveva mai messo in dubbio. Restava solo da capire per quanto tempo avrebbe deciso di legarsi con la Rossa.

La risposta, per la verità, ancora non c’è. Si vocifera di un contratto triennale ma Ferrari ancora non ha sciolto le riserve in merito.

Leclerc Ferrari rinnovo
Leclerc ha siglato il rinnovo con la Ferrari. Credits: Scuderia Ferrari

Si tratta, in ogni caso, di una scelta importante per il monegasco. La Ferrari è la squadra più conosciuta e vincente della F1 ma, limitandoci ad un’analisi meramente prestazionale, al momento è “solamente” una delle scuderie aspiranti al titolo alle spalle della inarrivabile Red Bull.

Bisogna essere onesti. Alla Ferrari di oggi serve Leclerc più di quanto la Rossa serva al monegasco. Le offerte da parte dei team rivali non sono mancate, eppure Charles ha scelto di rimanere.


Leggi anche: F1 | Comincia il 2024 della Ferrari: ecco perché vale doppio (se non triplo)


In parte si tratta di una scelta dettata dal cuore. Quella tra Leclerc e la Ferrari è una vera e propria storia d’amore e il monegasco è idolo indiscusso dei tifosi. Il suo obbiettivo, si sa, è vincere con la Rossa e non vi è nulla che Charles desideri più di riportare il mondiale a Maranello.

Al contempo, Leclerc è legato alla Ferrari da un senso di gratitudine. La Rossa ha sempre creduto in lui, prima portandolo in F1 con la Sauber per poi promuoverlo solo dopo un anno.

Vasseur ricuce la rottura con Binotto:

Eppure, il monegasco sa che i suoi sentimenti potranno rivelarsi una debolezza. È consapevole che, se dovesse smettere di credere nel progetto Ferrari, per lui sarà tempo di cambiare aria.

Il momento non è (ancora?) arrivato e sicuramente ad aver inciso in tal senso è stato l’arrivo in Ferrari di Vasseur.

Il francese ha imposto la sua visione nel team e la squadra ha risposto a dovere. Non solo la vettura 2023, nata con evidenti difetti progettuali, è migliorata, ma nello sviluppo è stata indirizzata verso lo stile di guida di Leclerc. I risultati del 16 nel finale di stagione ne sono evidente conferma.

Ferrari Leclerc Rinnovo
Leclerc e il rinnovo con Ferrari: il monegasco potrebbe aver previsto una clausola d’uscita anticipata. Credits: Scuderia Ferrari

Se dodici mesi fa il rapporto ormai irreparabile tra Charles e Mattia Binotto aveva allontanato qualsiasi ipotesi di rinnovo, l’annuncio di un nuovo sodalizio con la Rossa è indice di un rinnovato clima di fiducia.

Prende così forma una logica anche sul lato del monegasco che, al netto di tempistiche di rinnovo ancora sconosciute, ha scelto di scommettere sul rosso anche per la rivoluzione regolamentare del 2026.

Sicuramente un azzardo, perché qualora le cose dovessero andare male e il 16 vorrà separarsi dalla Ferrari a fine 2026, nel frattempo le sue opzioni per diventare il sostituto di Hamilton in Mercedes o di Alonso in Aston Martin saranno verosimilmente scadute.

Ferrari, tocca a te:

Quella di Leclerc è una bella scommessa. Una scommessa di cuore, di amore verso la Ferrari, ma con la consapevolezza che, per il momento, non vi erano opzioni migliori.

Secondo una logica meramente opportunistica, il contratto di Charles potrebbe anche prevedere una clausola di uscita qualora le prestazioni della vettura non fossero all’altezza. Nel mentre il monegasco si sarebbe comunque goduto i benefici di un accordo milionario.

La palla passa, per certi versi, in mano alla Ferrari. Leclerc ha dimostrato di volere il mondiale con la Rossa. Ora sta a Maranello dargli la possibilità di vincerlo.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.