F1 | Ritiro per Alonso in Bahrain: spagnolo fermato da… un sandwich

Nel suo secondo esordio Alonso ha terminato il GP del Bahrain anzitempo: a causare il singolare ritiro non un problema ai freni ma l’involucro di un sandwich.

alonso bahrain ritiro sandwich

Il Gran Premio del Bahrain ha riportato Fernando Alonso in Formula 1 dopo due anni. Dopo l’addio di Abu Dhabi 2018, Nando è tornato in notturna per il proprio secondo esordio in categoria regina. La gara di Manama non è però andata secondo le speranze del pilota asturiano che, dopo diverse battaglie, ha dovuto arrendersi ad un problema ai freni. alonso bahrain ritiro sandwich

O almeno, così si pensava nell’immediato. A fermare la scalata – con un’Alpine non al top – verso i punti, è stato un’involucro di un sandwich infilatosi nei brake ducts della vettura francese. L’episodio richiama quanto accaduto a Sirotkin nel GP di Melbourne del 2018.

Negli istanti successivi al gran premio in casa Alpine il team ha avviato un’analisi per comprendere a fondo la causa del ritiro del 39enne di Oviedo. I meccanici della scuderia transalpina hanno rilevato nei condotti del sistema frenante un involucro di cibo scartato. A testimoniarlo sono le stesse parole di Marcin Budkowski.

Il direttore esecutivo di Alpine ha dichiarato: “Dopo la seconda sosta una carta da forno si è incastrata nei brake ducts del freno posteriore di Fernando. Questo ha aumentato le temperature, inficiando sui freni e costringendoci a ritirare la macchina per precauzione”.

“È stata una prima gara sfortunata per Alonso, considerando che stava andando piuttosto forte”, ha concluso l’ex membro della FIA. A confermare l’accaduto, con simili parole, è stato lo stesso pilota, che però ammette di essersi goduto la gara: È stato fantastico tornare. La partenza è stata divertente così come le battaglie con alcuni vecchi colleghi, peccato per il ritiro causato dai detriti nel condotto dei freni”.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.