F1 | Rivoluzione Ferrari: quattro direttori tecnici per risollevare il team

È rivoluzione in casa Ferrari, cambiano i ruoli ma non gli uomini. La Scuderia avrà quattro direttori tecnici: ecco la nuova organizzazione del team.

rivoluzione ferrari direttori tecnici
Fonte: @ScuderiaFerrari

 

La rivoluzione è compiuta: la Scuderia Ferrari riorganizza in modo deciso la propria area tecnica, affidando a quattro direttori tecnici la gestione di essa: Enrico Cardile, Enrico Gualtieri, Laurent Mekies e Simone Resta.

I risultati deludenti e la mancanza di una figura di riferimento all’interno del team hanno portato al cambio delle carte in tavola. La struttura orizzontale del team non ha sortito gli effetti sperati. Si è così deciso di optare per una ristrutturazione dell’area tecnica.

Il team principal Mattia Binotto, a partire dalla stagione passata, ha avuto su di sé troppe responsabilità. I troppi ruoli accentrati sulla figura dell’ingegnere italiano hanno portato ad una situazione complicata per il Cavallino, che ora si riorganizza per ripartire.

Tuttavia far saltare teste in quel di Maranello avrebbe compromesso la continuità e avrebbe costretto il team a ripartire da zero.

La decisione è stata di confermare i validi uomini della Rossa, ma cambiare l’assetto del team. Accantonata la struttura orizzontale, entra in campo la nuova struttura piramidale che vede la suddivisione dell’area tecnica in quattro ulteriori aree.

In questo modo Binotto delega alcuni dei propri precedenti ruoli per concentrarsi sulla direzione del team. Altro obiettivo di questo cambiamento è facilitare la comunicazione tra i dipartimenti della macro area.


L’organizzazione del team

Enrico Cardile, Head of Performance Development Laurent Mekies, Direttore Sportivo Enrico Gualtieri, Head of Power Unit Area Simone Resta, Head of Chassis Area
Enrico Cardile, Laurent Mekies, Enrico Gualtieri e Simone Resta – Foto Ferrari – Edit F1inGenerale

La rivoluzione Ferrari ha portato alla nomina, visibile sul sito del team, di quattro direttori tecnici:

  • Enrico Cardile, Head of Performance Development
  • Laurent Mekies, Direttore Sportivo
  • Enrico Gualtieri, Head of Power Unit Area
  • Simone Resta, Head of Chassis Area

Enrico Cardile si occuperà dello sviluppo delle prestazioni affiancato dalla consulenza di Rory Byrne, importante progettista ed ingegnere sudafricano. È stato uno degli artefici dei successi Ferrari con Michael Schumacher dei primi anni 2000. Determinante sarà il ruolo di Byrne nella preparazione della vettura in vista dell’importante cambio di regolamenti del 2022.

 

Seguici anche su Instagram

F1 | UFFICIALE – Bottas rinnova con Mercedes: “Voglio vincere il campionato e sono al posto giusto!”

Poi Dopo. Poi.

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.