F1 | Rosberg: “Wolff ha mentito a Hamilton”

Nico Rosberg ha commentato il team radio tra Toto Wolff e Lewis Hamilton. A Imola, Lewis Hamilton ha faticato a guidare la sua monoposto, mentre il compagno di squadra, Russell, è arrivato al traguardo in questa posizione.

Rosberg Wolff Hamilton
Credits Rosberg Facebook

Nico Rosberg pensa che Toto Wolff abbia mentito a Lewis Hamilton nel team radio al termine del Gran Premio di Imola di domenica scorsa.

Il campione del mondo 2016 pensa che Wolff con il suo messaggio sia stato “molto intelligente” nel cercare di mantenere Lewis Hamilton motivato, ma “non era proprio la verità”.

A Imola, Hamilton ha concluso in P13, è stato anche doppiato dal vincitore della gara, Max Verstappen.

Mi dispiace per quello che hai guidato oggi“, ha detto Wolff direttamente a Hamilton. “So che è inguidabile e non quello che meritiamo. Miglioreremo, questa è stata una gara terribile. Ne usciremo“.

Hamilton ha ammesso che le sue speranze di titolo per quest’anno sono finite. Per Hamilton la W13 è molto probabilmente una delle peggiori monoposto guidate nei suoi 16 anni di Formula 1. Fino ad ora la peggiore per il pilota inglese era stata la McLaren del 2009.

Rosberg pensa che Wolff, assumendosi la responsabilità dei problemi, stia utilizzando uno stratagemma intelligente. Ciò serve a non far perdere la motivazione a Hamilton. Il sette volte campione del mondo potrebbe demotivarsi dal momento in cui sta perdendo anche il confronto con il compagno di squadra, George Russell.


Leggi anche: F1 | GP Imola 2022 – Analisi post gara Pirelli – Isola: “La medium ha mostrato un’impressionante adattabilità sui long run”


Toto stava facendo un gioco mentale, che è molto intelligente da parte sua“, ha detto il campione del mondo 2016 a Sky Sports F1.

“[La Mercedes] si sta prendendo la colpa da sola, cercando davvero di sostenere Lewis mentalmente, sollevandolo e dicendo: ‘Ehi, Lewis, non è colpa tua, è davvero solo una nostra responsabilità. Questo è molto intelligente, perché non è proprio la verità”.

Non dimentichiamo che Russell è in P4 con la stessa macchina, quindi Lewis è sicuramente responsabile del risultato scadente in questo fine settimana.

Russell è comunque riuscito a ad arrivare in P4 con un weekend brillante, quindi c’era di più in quella macchina“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.