F1 | Russell dopo la gara Sprint ad Imola: “Giornata difficile, domani la strategia sarà fondamentale.”

Giornata difficile per George Russell e per la Mercedes, con l’inglese che ha terminato la gara sprint in undicesima posizione.

Russell gara sprint Imola Mercedes
Photo by Batchelor / XPB Images

Le caratteristiche del tracciato imolese stanno mettendo in tremenda difficoltà le due Mercedes. Dopo le pessime qualifiche, neanche oggi, con la gara sprint, i due alfieri non sono mai riusciti a trovare il ritmo per scalare la classifica. Russell ha concluso in undicesima posizione, Hamilton addirittura quattordicesimo. George Russell ha così commento la gara sprint ad Imola. E’ stata una giornata difficile. Il passo non era così male, ma non abbiamo avuto velocità e, dunque, non avevo opportunità di sorpasso perché non riuscivo a passare le vetture in rettilineo.”

Domani avremo più chance di recuperare perché ci saranno anche le strategie e vedremo scelte differenti, cosa che nella gara sprint non c’è”, ha dichiarato Russell. Ci sarà dunque una gara molto più lunga e con le soste. La strategia sarà fondamentale domani, dovremo fare qualcosa di diverso dalla nostra concorrenza, che ci darà l’opportunità di lottare e salire sulla griglia.


Leggi anche: F1 | GP Imola – Sprint Race, Leclerc parte bene ma chiude secondo: “Il passo era buono, ma abbiamo avuto graining alla fine”


Russell si è infine espresso sulle difficoltà che ha riscontrato quest’oggi con la gara sprint sul circuito di Imola, in particolare i problemi con la temperatura delle gomme. “E’ chiaro che stavo lottando con il riscaldamento delle gomme. In queste prime quattro gare la temperatura è progressivamente diventata un po’ più fredda per ogni gara. Dobbiamo far funzionare le gomme, trovare un compromesso. Ovviamente oggi è stato un giorno frustrante. Solitamente quando quando la macchina non è abbastanza veloce, tutto va contro la tua strategia. Questo è il fatto, dobbiamo trovare più performance. Stiamo imparando giorno dopo giorno e troveremo la soluzione.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003, studente ed appassionato di F1 sin dall'infanzia.