Formula 1Interviste

F1 | Russell: “Mercedes ha imparato da questi errori del passato”

George Russell ha raccontato come Mercedes ha individuato gli errori fatti nel 2023 e perché saranno utili per il progetto della prossima stagione

George Russell lo sa che il 2023 di Mercedes è stato negativo, nonostante il secondo posto nel mondiale costruttori strappato alla Ferrari al fotofinish. Mercedes, infatti, rispetto a Ferrari non ha portato nessuna vittoria a casa e anche il numero di pole è molto più basso rispetto a quelle ottenute dalla Scuderia di Maranello.

Sicuramente a Brackley non si sono ancora ripresi dalla cocente sconfitta del 2021 e i vari reparti si sono un po’ frammentati. Risultato inevitabile quando si riassapora la sconfitta dopo anni di successi e di dominio. In più, probabilmente è stata proprio la fretta a creare non pochi problemi a Toto Wolff e company.

russell mercedes
George Russell in pista ad Abu Dhabi – MercedesAMGF1 & LAT Images

George Russell, infatti, crede che il progetto del 2023 è stato fallace proprio per la fretta di recuperare subito terreno sui rivali di Red Bull. “Ho più fiducia in vista del 2024 perché rispetto a 12 mesi fa c’è stato molto più tempo per stabilire quale strategie progettuali seguire” ha raccontato al quotidiano sportivo Autosport.


Leggi anche: F1 | Horner e i buoni propositi per il 2024 di Verstappen e Perez


L’anno scorso sono state prese troppe conclusioni affrettate senza pensare alle conseguenze. Questo ovviamente non è stato salutare e ha fatto emergere una serie di problemi difficilmente risolvibili a stagione in corso” ha continuato ancora l’alfiere Mercedes.

Nel 2023 abbiamo puntato su una sola caratteristica che non ha dato i frutti sperati. Siamo rimasti troppo condizionati da questa cosa. Ora ci troviamo nella condizione in cui bisogna colmare un divario enorme, considerando quanto Red Bull è stata dominante” ha aggiunto Russell.

“La stagione appena conclusa è stata utile per accumulare esperienza e per fare chiarezza su cosa funzionava e cosa non funzionava sulla W14. Penso proprio che noi, assieme a McLaren, Aston Martin e Ferrari, non riusciremo subito a colmare il gap con la Red Bull. Ma sicuramente non rifaremo gli stessi errori del 2023″ ha poi concluso il numero 63 della Mercedes.


Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter