F1 | Sainz parla dei ritiri: “Non mi permettono di conoscere la macchina”

Carlos Sainz in una recente intervista ha spiegato che i ritiri di Imola e Melbourne non gli permettono di prendere confidenza con la sua Ferrari.

sainz ritiri imola Melbourne Ferrari F1-75 punti persi
foto: unknown

Carlos Sainz, in una recente intervista, ha spiegato che i ritiri di Imola e Melbourne  non gli permettono di prendere la giusta confidenza con la sua Ferrari F1-75. Ad Imola la Ferrari di Sainz è stata costretta al ritiro a causa di un contatto con la McLaren di Daniel Ricciardo mentre a Melbourne ha commesso un errore a causa della troppa foga di recuperare terreno sui piloti in testa.

Carlos ha affermato che questi ritiri non gli permettono di sentirsi a suo agio con la monoposto e soprattutto non gli permettono di conoscere una monoposto totalmente nuova rispetto al 2021.


Leggi anche: F1 | Il CEO McLaren, Zak Brown, sul GP di Miami: Io lo metto sullo stesso piano del Super Bowl!


Le parole di Sainz sui ritiri di Imola e Melbourne

“È tutto molto semplice. In Australia è stata tutta colpa mia e qui, dopo aver rivisto i video, penso che non avrei potuto fare altro. I due incidenti sono molto diversi ma hanno risultati molto simili, non ti fanno completare giri di gara. Nelle ultime due gare non sono stato in grado di correre e questo è un peccato.”

Due ritiri consecutivi sono difficili da digerire?

“La cosa difficile è che questi ritiri sono arrivati uno dopo l’altro. Durante la stagione ci sarà sempre una gara in cui commetti un errore e ci sarà sempre una gara dove verrai eliminato da qualcun altro. Possiamo metterci alle spalle questi ritiri e dobbiamo iniziare a concentrarci sul resto dell’anno.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter