F1 | Sainz: “Se la Ferrari mi ha scelto c’è un motivo. La gente pensa che sono meno competitivo di Charles? Non sono inferiore a nessuno”

“Non capisco perchè la gente pensi che io non sia bravo come Charles, Max o Lando. Se la Ferrari mi ha preso vuol dire che  finora ho ottenuto dei risultati positivi” così Sainz ha risposto, nel corso di un’intervista, alle critiche troppo spesso ricevute

Sainz
FERRARI F1 TEST FIORANO – MERCOLEDI 27/01/2021
credit: @Scuderia Ferrari Press Office

“Non capisco perché la gente pensi che io non sia bravo come gli altri piloti. Non sono inferiore a nessuno di loro” così Sainz, attuale pilota della Ferrari, ha parlato del confronto, spesso fatto da giornalisti e tifosi, con l’attuale o gli ex compagni di squadra.

Arrivato in Ferrari nel 2021, infatti, lo spagnolo ha, come è naturale essendo la prima stagione, incontrato parecchie difficoltà. Difficoltà che, nonostante tutto, non hanno impedito al ventiseienne di dimostrare ciò che vale, anche se non ancora pienamente, soprattutto se paragonato con alcune performance di Leclerc.

Ed è proprio del paragone con quest’ultimo e con gli altri piloti che Sainz ha parlato nel corso di un’intervista. A detta dello spagnolo, infatti, in tanti lo considererebbero non all’altezza di Leclerc e di altri piloti come Verstappen e Norris.

“Non riesco a capire onestamente perchè molte persone pensino che io non sono veloce come altri piloti. Non mi sono mai sentito inferiore rispetto a Charles, Max, Lando o Nico. Sono tutti miei ex compagni di team ma io non mi sono mai sentito incapace di fare quello che fanno loro, siamo tutti sullo stesso livello. Inoltre sono stato chiamato dalla Ferrari. Se una scuderia storica importantissima come questa ti vuole, vuol dire che sei un buon pilota tutto sommato” ha affermato Sainz che ha poi parlato del compagno.

“Io e Leclerc ci motiviamo a vicenda e ci sproniamo. So benissimo che Charles è forte e proprio per questo tento di dare il massimo. Ovviamente voglio batterlo e per farlo devo per forza cercare di diventare più competitivo. Ho sempre fatto la stessa cosa con tutti i miei compagni di squadra, li spingo al limite e a volte li batto, per me è un grandissimo successo ed orgoglio”

“Max, Lando e Charles, ovviamente, sono dei piloti pazzeschi e il fatto di aver corso contro di loro, è importantissimo. Ho lottato contro avversari velocissimi e quindi sono sicuro anche delle mie capacità, se l’ho fatto contro di loro, posso farlo contro chiunque. Mi devo ambientare nel team e devo trovare l’assetto più adatto, poi non ho nessun problema”

“Con la Ferrari, invece, non ho ancora feeling. Devo migliorare anche sotto questo punto di vista se voglio ottenere delle prestazioni buone come con la McLaren”

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

F1 | Alpine, Budkowski: “Contatti con potenziali nuovi team di Formula 1”