F1 | Sainz: “Sono ancora lontano dall’essere il Carlos della McLaren”

In un’intervista rilasciata dopo il GP di Imola, Carlos Sainz ha affermato di essere in forma, ma di non sentirsi ancora il Carlos dei tempi McLaren.

Sainz McLaren
Carlos Sainz durante i testi invernali in Bahrain – credits: Marca

Piano piano mi sto abituando all’ambiente di Maranello; certo è che ci vorrà tempo prima di tornare come il Carlos Sainz degli anni in McLaren”. Sainz nelle prime due gare della stagione con Ferrari ha fin da subito messo in mostra le sue grandi capacità e conoscenze. Nonostante ciò, secondo lo spagnolo, ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che la sua forma arrivi al 100%. Carlos è arrivato ottavo nel Gran Premio di apertura a Bahrain ed è concluso in quinta posizione ad Imola. Quest’ultima è stata una gara straordinaria per Sainz che, partendo dall’undicesimo posto, si è ritrovato quinto a 3 secondi dal podio. Lo stesso pilota ha affermato che, rispetto agli altri “nuovi arrivati” in diverse scuderie rispetto allo scorso anno (come Vettel, Alonso…), ha fatto molta meno fatica ad abituarsi alle strane condizioni di pista a Imola.

Certo é che, per chi ha cambiato team, come Vettel, Perez e Sainz, ci vorrà ancora del tempo per abituarsi alla monoposto è alle strategie dei team. “In questi mesi ho lavorato duramente. Nella pausa invernale andavo tutti i giorni a Maranello per vedere come meccanici e ingegneri lavoravano. Sono ancora lontano dall’essere il Carlos della McLaren, ma a piccoli passi riuscirò a tornare al 100%. L’importante è che le sensazioni siano positive. In Bahrain già mi sentivo molto a mio agio”.


Leggi anche:

F1 | Ufficiale: la FIA approva le qualifiche sprint. Ecco tutti i dettagli


La gara di Imola è stata fantastica. Partivo dall’undicesima posizione, ma sono riuscito ad arrivare quinto. Non ero molto distaccato da Charles e da Lando. Il podio era a circa 3 secondi. Questo mi fa capire quanto io sia sulla strada giusta. Manca ancora qualche dettaglio, ma presto spero di poter lottare per qualche posizione sul podio.”

Sainz ha infine parlato di Ferrari e degli enormi passi avanti fatti. “La monoposto risponde bene, sono stati fatti enormi passi avanti. Per quanto mi riguarda, si tratta solo di essere un po’ più preciso e attento, ma il podio non è così lontano”. Prossima tappa è il Portogallo, circuito in cui Sainz l’anno scorso è stato protagonista di alcuni giri pazzeschi. Con una super partenza è riuscito a restare al comando per qualche giro, prima di terminare sesto.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.