A TCFormula 1

F1 | Scandalo Horner: c’è Helmut Marko dietro le indagini Red Bull?

Christian Horner pronto a lasciare la F1, ma lo scandalo nasconde giochi di potere in Red Bull, forse diretti da Helmut Marko.

Lo scandalo Horner in casa Red Bull F1 nasconde giochi di potere diretti da Helmut Marko? Stando a quanto si apprende dalle fonti olandesi, in particolar modo dal De Telegraaf, a Milton Keynes sarebbe in atto una vera e propria lotta intestina. Molti dipendenti e azionisti vorrebbero le dimissioni immediate del team principal, ma lo zoccolo duro thailandese è ancora dalla sua parte.

F1 Helmut Marko scandalo Horner Red Bull
Christian Horner con Max Verstappen ed Helmut Marko – Red Bull Content Pool

Il mese di febbraio non è mai stato così attivo nel Circus. Non solo le tradizionali presentazioni delle nuove monoposto: prima l’annuncio di Lewis Hamilton alla Ferrari, adesso lo scandalo Christian Horner. Due imprevedibili colpi di scena che scuotono il mondo della Formula 1. Se l’arrivo dell’inglese a Maranello è certamente una nota “positiva”, diverso il discorso riguardante il team principal Red Bull.

L’accusa – subito respinta da parte di Horner – pare essere di “comportamenti inappropriati” verso una dipendente del team, che si sono presto tradotte nel possibile invio di foto compromettenti tramite una chat. Un caso molto grave, che rischia di danneggiare irreparabilmente l’immagine pubblica di Christian Horner e del team di Milton Keynes.

È necessario notare che le dichiarazioni pubbliche dell’azienda Red Bull, che hanno confermato le indagini interne, provengono dalla sede centrale austriaca e non dal team “Red Bull Racing”.


Leggi anche: F1 | Cambia il format Sprint: ecco come sarà nel 2024


Quale che sia la verità giuridica che verrà poi appurata, queste accuse danno la stura a quelle parti in Red Bull che mal digeriscono l’inglese. Gli scontri con Helmut Marko, nel corso del 2023, non sono un segreto e, secondo le fonti olandesi, pare sia in atto una vera e propria battaglia intestina fra la componente austriaca della squadra e quella inglese (a sostegno thailandese).

La chiave del futuro di Horner alla Red Bull è il thailandese Chalerm Yoovidhya, che possiede il 51% delle azioni dell’azienda e, almeno fino ad ora, ha sostenuto pienamente il team principal. Se l’accusa dovesse prender forza, tuttavia, questo sostegno potrebbe venir meno e Christian Horner si troverebbe costretto a lasciare il team.

Foto Copertina: Red Bull Content Pool

Seguici in Live Streaming su kick.com/f1ingenerale

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.