F1 | Scelte le gomme per il GP del Brasile

Ufficializzate le scelte delle mescole per il GP del Brasile. Pirelli porterà le gomme più dure: C1 come Hard, C2 come Medium e C3 come Soft.

Il 14 novembre il circus approderà in Brasile, al circuito di Interlagos, la penultima tappa di questo mondiale 2019. La lotta per il campionato piloti e costruttori è ormai conclusa, ma a centro gruppo si prospetta una battaglia molto interessante. Gomme GP Brasile 

Scelta gomme GP Brasile
Credits: Pirelli

Tra i top team, Mercedes porta il numero minore di soft (solo otto), con strategie differenziate tra i due piloti nei compound più duri. Bottas si presenterà con tre set di medie e due di hard, mentre Hamilton con un set di hard e quattro set di medie.
Ferrari e Reb Bull si presentano con la stessa configurazione per tutti e quattro i loro piloti: un set di hard, due set di medie e dieci set di soft.

A centro gruppo, la stessa strategia di Ferrari e Reb Bull viene scelta da Racing Point e Haas.
La McLaren si presenta con meno gomme morbide, solo otto. Per entrambi i piloti anche due set di dure e tre di medie.

Le altre squadre optano per una scelta differenziata tra i due piloti. Gomme GP Brasile 
In Renault dieci set di mescola morbida per entrambi i piloti, mentre Ricciardo opta per due set di dure e un set di medie e Hulkenberg per uno di dure e due di medie.

L’Alfa Romeo porta nove set di gomme soft per entrambi i piloti, con Raikkonen che si presenta con due treni sia di hard che di medie e Giovinazzi che opta per un set di hard e tre set di medie.
Strategie differenziate anche per i due piloti della scuderia di Faenza. In Toro RossoKvyat si presenta con due set sia di dure che di medie, mentre Gasly con un set di dure e tre di medie; entrambi i piloti avranno a disposizione nove set di morbide.

Infine, in casa Williams, entrambi i piloti porteranno nove set di gomme soft. Un set di hard e tre di medium per Russel, mentre Kubica si presenterà con due set sia di hard che di soft.

Seguici anche su Instagram.

F1 | GP USA – Analisi post gara Pirelli: Bottas trova la strategia vincente, ma è di Leclerc il giro veloce