F1 | Schumacher ha “grandi aspettative” per la vettura Haas 2022

Mick Schumacher è fiducioso che la Haas possa fornirgli una vettura che soddisfi le sue aspettative per la stagione 2022.

Schumacher aspettative Haas 2022
Mick Schumacher, Haas, 2021 – Credits: Haas F1 Team.

Prima stagione in Formula 1 positiva per Mick Schumacher. Il tedesco, Campione del Mondo di Formula 2 nel 2020, ha battuto il compagno di squadra Mazepin, anch’esso esordiente, in quasi tutte le gare della stagione 2021. La Haas la passata stagione ha deciso di non progredire la vettura per concertarsi totalmente sulla stagione 2022. Nonstante ciò, secondo quanto detto dal team principal Steiner, il suo team nel finale della passata stagione è cresciuto molto nel confronto dei diretti rivali, pur rimanendo in ultima posizione.

Proprio per questo il figlio del sette volte Campione del Mondo di Formula 1 è fiducioso. La macchina sembra essere molto positiva da quello che vedo e sento”, ha dichiarato Schumacher a Motorsport.com. Ho grandi aspettative. Spero che il team soddisfi le mie aspettative per il prossimo anno in pista”.


Leggi anche: F1 | Wolff: “I trofei sono reliquie non contano nulla nel presente”


Per Mick Schumacher inoltre è la prima volta in carriera che prende parte allo sviluppo di una vettura, aspetto per lui molto interessante. “È sempre qualcosa che mi ha interessato per così tanti anni, come funzionano le cose in generale, e soprattutto come funziona un’auto di Formula 1”, ha detto il Campione del Mondo di Formula 2 2020. Sono piuttosto coinvolto in ciò che farà il team quest’anno, voglio capire la vettura e vedere tutti i modelli CAD e cose del genere. Quindi ci sono sicuramente molti punti che non vedo l’ora di analizzare ad inizio del prossimo anno. È stato fantastico lavorare con il team in fabbrica, essere in grado di dare i miei input su come vorrei che fosse la macchina”.

È la prima volta che un’auto sarà costruita per me e non per tutti. È molto improntata sulle nostre misure e sui nostri caschi, in modo che tutto funzioni armoniosamente insieme”, ha concluso Schumacher.

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Marco Cesaroni

Classe 2001, studente di Ingegneria Meccanica presso l'Università degli Studi di Perugia.